17
set

Ponzi po ponzi pa

Sottofondo: Paul Simon – Trailway Blus

Giornata abbastanza grigia e uggiosa quì a milano, fuori la pioggia va e viene, la mia ragazza è ancora a casa e nel migliore dei casi la vedo lunedi e per farvi capire quante cose ho da fare credo che tra un po’ mi metto a studiare microeconomia e il processo di creazione del PIL di una nazione.

Diamo una parvenza di utilità a questo intervento e parliamo di last.fm. Si tratta di un sito musicale nato di recente (pochi mesi fa) dalle ceneri di audioscrobbler. Ha 2 funzioni principali. Innanzittutto attraverso i plugin per i vari player musicali permette di tenere traccia degli mp3 ascoltati sul pc e ne crea delle statistiche come le canzoni più ascoltate, gli autori preferiti…beh è più facile se vi agevolo il mio profilo per farvi capire meglio di cosa si tratta…click. Ma non finisce quì perchè grazie al gran numero di utenti iscritti è possibile vedere gli utenti con i gusti più vicini ai nostri e ricevere consigli su quali sono gli artisti che dovremmo ascoltare di più o iniziare ad ascoltare. Il secondo servizio (e credo unico nel suo genere) è la radio online. Ma non si tratta di una radio classica bensì di una  radio totalmente interattiva. Dopo aver scaricato il piccolo software necessario è possibile scegliere il genere o l’artista a noi prediletto e ascoltare quelle tracce che secondo i gusti degli utenti si avvicinano di più. Ma l’iterazione  non finisce quì perchè se la canzone che stiamo ascoltando non ci piace è possibile skipparla come se si trattasse di una  playlist di mp3!
Beh che dire, vi rimando al sito ufficiale e non dimenticatevi di aggiundermi agli amici!