18
mag

Porta a porta con l’eretico

Tempo fa, nel primo post post-elezioni, espressi rammarico per la scarsa ventata di laicità che hanno portato le consultazioni e riposi le mie uniche speranze in Bertinotti per dare un po’ di fastidio alle alte sfere vaticane.

Le settimane sono passate e tutte le alte cariche dello Stato sono cambiate. Napolitano, un ex-comunista, è stato eletto alla presidenza della Repubblica e ha provveduto a rispondere con parole di riverenza agli auguri giuntigli dal sovrano dello staterello assoluto tra i colli romani. Oggi c’è stato anche il discorso porgrammatico del mortadellozzo nazionale e ha citato con parole di concordia, stima, amicizia, una leccata di sedere insomma, sia il papa attuale che quello precedente.

E poi uscimmo fuori a veder le stelle. Porta a Porta con ospite il Presidente della Camara Fausto Bertinotti. Si parla di Pacs ed eccolo che parte all’attacco: "il Papa non vede che la domanda di riconoscimento delle coppie di fatto è in difesa di quei valori che vede aggrediti dalla modernizzazione. Non vede che è un parlare di quei valori che lui difende" e soprattutto "Il Papa è preoccupato della secolarizzazione che investe il mondo, è angosciato da un mondo in cui la modernizzazione gli fa paura perché mette in discussione certi valori. Questa modernizzazione a me non piace, ma la restaurazione del Papa è sbagliata".  Da notare anche un certo imbarazzo del Vespone nazionale.

Bravo Bertinotti, finalmente qualcuno che non gliele manda a dire, finalmente un politico che prende una posizione di rottura con la condotta che sta avendo la Chiesa, chiara e pubblica. Oramai non passa giorno che non vengano citate dichiarazioni del papa o cardinale di turno che riportano all’ordine il gregge e fanno mobbing emarginando laicisti, agnostici, atei dipingendoli come persone senza valori e disprezzatori della vita umana. L’altro giorno è arrivato a bacchettare i politici, se questa non è ingerenza sono curioso di sentire di cosa si tratta.

 
Questa gente con i loro valori non mi rappresenta e non ha alcun diritto di fare la voce grossa con la politica italiana!

Questa non è ingerenza? cazzo.

  • paz65
    19 mag 06@11:01 am:

    Ciao. Io sono un rompicoglioni.

    Si dice “esprimei” o “espressi”?

    Ti appoggio il resto e, se non mi mandi subito a fare in culo, potremmo anche diventare amici (tenimmo + d’una cosa in comune)

  • MikyInTheSky
    19 mag 06@11:06 am:

    Ok Ok ammetto il mio pessimo errore :D

  • Kalamella
    19 mag 06@11:12 am:

    ma se esiste la libertà di parola e pensiero .pure il papa avrà diritto di dire la sua no?

    W Zapatero

    baci

  • Cunegonde
    19 mag 06@11:34 am:

    premessa: molte delle posizioni adottate dalla chiesa nell’ultimo periodo non mi piacciono assolutamente.

    è anche vero però che se accettiamo che un cazzon ecome calderoli si arroghi ancora il titolo di parlamentare, o che bossi continui a dire una selva di cazzate, dobbiamo far passare anche le stronzate di ruini (che in effetti ultimamente sono tali!) e la libera espressione del papa con la consapevolezza di essere liberi di seguire o meno le sue orme (LIBERA chiesa in LIBERO stato!)…

  • theRword
    19 mag 06@11:59 am:

    ciao miki ! vedo che al questione qui nel blog e’ importante…..l’italia rimarra’ un paese di bigotti finche’ esiste il papa e l’antimodernizzazione

  • MikyInTheSky
    19 mag 06@4:21 pm:

    @Kalamella: si, il papa ha diritto di parola ma ha diritto di influenzare solo la vita dei cattolici! certo, molta colpa è anche dei politici che non abbandonano le proprie convinzioni in favore di quelle del popolo che li ha eletti quando entrano in Parlamento.

    cosa penseresti se un altro potere forte come il presidente degli USA mettesse il naso nelle questioni italiane? semplicemente non ne ha nessun diritto!

    e per il papa vale lo stesso discorso: non è nemmeno cittadino italiano, è capo di stato e sovrano assoluto di uno stato straniero.

    perchè una nazione cattolica come la Spagna ha fatto senza problemi la riforma delle unioni civili? o la stessa inghilterra nella quale la regina è anche a capo della chiesa anglicana? perchè nonostante tutto il potere della chiesa ha influenza solo sulla coscienza delle singole persone!

    @Cunegonde: è il brutto della democrazia, anche cazzoni come Bossi, Calderoli o Ruini hanno la libertà di parola.

    Esatto, libera Chiesa in libero Stato! Ma questo non succede quando un cardinale dice in pratica che un cattolico non può votare a sinistra, questo non succede quando il papa dice che i poli devono trovare concordia nel seguire i valori cristiani o quando manda una lettera al neo presidente della repubblica continuando a ribadiglierlo.

    Il papa può dire durante la sua bella messa “Gesù dice nel Vangelo X che l’uomo deve andare solo con le donne, chi non lo fa va all’inferno”, è dottrina, un cattolico se si ritiene tale non si accoppia con un altro uomo a meno di non volerne subrire le conseguenze post mortem.

    il papa non ha il diritto invece di dire “il Vaticano si trova in Italia quindi l’Italia è una nazione cattolica e non deve permettere che un uomo faccia coppia con un altro uomo” perchè l’Italia non è fatta solo di cattolici ma anche di atei e di agnostici o comunque persone che la vedono differentemente che sono italiani al 1000% (senza quindi scomodare questioni relative all’integrazione degli immigrati).

    se gli italiani sono favorevoli ad esempio alle coppie di fatto e questo andamento lo esprimono con il voto per una coalizione favorevole alle unioni civili non c’è papa che tenga.

  • utente anonimo
    19 mag 06@4:26 pm:

    Complimenti per il tuo blog, leggo da un po’ senza commentare ma lo faccio quasi quotidianamente. Tornerò a trovarti :)

    un saluto da Alice :)

  • MikyInTheSky
    19 mag 06@4:29 pm:

    Grazie, mi fa sempre molto piacere sentire che qualcuno apprezza quello che dico :)