02
lug

Aria liberale

Io, pur essendo di sinistra, sono un liberale. Non a caso ho trovato subito asilo intellettuale nella Rosa nel Pugno dove il paradigma "laici, socialisti, liberali, radicali" è davvero messo in pratica. Non come certa gente. Quello che più mi ha seccato del governo Berlusconi, dopo le leggi ad personam e le figure di merda a livello internazionale, è stata la mancanza di riforme in senso liberale, nonostante si sia autoproclamato il portabandiera dei liberali.

Il pacchetto Bersani è anche figlio della Rosa nel Pugno. Prevede 12 mini-riforme che per il cittadino possono essere fondamentali perchè aumentano il benessere sociale.

- Finisce l’era dei privilegi per alcuni professionisti: niente più tariffe minime e via alla concorrenza anche grazie alla pubblicità.
- Vendita di licenze per taxi: sarà più facile trovare un taxi perchè i comuni potranno vendere più licenze alla stessa persona la quale sarà obbligata ad assumere tassisti.
- Farmaci nei supermercati: i farmaci da banco, quelli senza ricetta, verranno venduti nei supermercati come già succede in tantissime parti del mondo. Si potrà fare ogni tipo di sconto, oltre il 20% di limite fissato durante il governo Berlusconi.
- Meno vincoli territoriali per l’apertura di nuovi negozi i quali potranno applicare saldi e sconti in ogni periodo dell’anno.
- Multe più salate per chi viola la concorrenza: quelle applicate dall’Antitrust potranno arrivare dal 3% al 10% del fatturato.

Queste sono alcune delle rifome sul tavolo del ministro Bersani e di Padoa Schioppa. Inoltre verrà sicuramente introdotta la tanto richiesta class action, un’altro metodo di tutela per i consumatori. Ci volevano i "comunisti" al governo per fare le riforme liberali? I fatti sono il miglior metodo per rispondere a Berlusconi.

GRAZIE BERSANI!

  • Paige79
    02 lug 06@2:33 pm:

    Non credo che da tutte queste riforme verrà fuori qualcosa di buono..se venderanno i famraci al upermercato che garanzi ci saranno sui farmaci stessi?Voglio dire, se chiedi informazioni al farmacista su un tipo di farmaco lui te le darà, ma al supermercato a chi chiedi?Per quanto riguarda i tassisti, la licenza è delteria…ce ne saranno cosi tanti che non guadagneranno nulla, nonostante le tariffe esorbitanti che fanno pagare…e allora ci saranno nuovi poveri. Io ho votato a sinistra e dopo poco piu di un mese lo sto gia rimpiangendo!

  • MikyInTheSky
    02 lug 06@2:36 pm:

    non ho letto il testo finale ma negli altri paesi è previsto che all’interno del supermercato ci sia un addetto specializzato nei farmaci.

    per quanto riguarda i tassisti non credo che ci saranno così tanti tassisti, quanti sono quelli che si possono permettere di comprare altre licenze e poi assumere altri tassisti alle loro dipendenze?

    e poi i ricavi della vendita delle licenze multiple saranno spartite tra i tassisti “ordinari”.

  • MikyInTheSky
    02 lug 06@3:10 pm:

    infatti, questo il testo della riforma:

    2. La vendita di cui al comma 1 è consentita durante l’orario di apertura dell’esercizio commerciale, in una parte della sua superficie ben definita e distinta dagli altri reparti, con l’assistenza di uno o più farmacisti abilitati all’esercizio della professione ed iscritti al relativo ordine. Sono, comunque, vietati i concorsi, le operazioni a premio e le vendite sotto costo aventi ad

    oggetto farmaci.

  • BAGHINA
    03 lug 06@2:42 pm:

    Ciao! ti lascio questo link, ti chiedo solo di leggerlo, potrebbe interessarti! Grazie in anticipo per la tua attenzione!

    BAGHINA

    CLICCA QUI

  • MikyInTheSky
    03 lug 06@2:45 pm:

    il link non funziona ^_^

  • Nadal
    03 lug 06@7:25 pm:

    Va bene, va bene, ma voglio di più, spero che questo sia solo l’inizio! :D

  • Sp4rk
    05 lug 06@11:04 pm:

    Intanto lasciamoli organizzare queste poche riforme, che sono delle piccole conquiste in un paese dove la democrazia è stata rigirata così tante volte da essere diventata molliccia e appiccicosa…