11
lug

Naz-ionalismi

Con la fine dei mondiali finisce anche il mio periodo di giustificabile orgoglio nazionalistico. Non che non sia fiero di essere italico ma ben lungi da me credere che l’Italia come nazione sia superiore cultualmente o socialmente a qualsiasi altro popolo.
Però non posso certo negare una certa antipatia a pelle verso tedeschi e francesi. Se per i cugini transalpini l’antipatia mi era già nota, sono stato 4 volte in Francia, per i crucchi il discorso si è accentuato durante la manifestazione a causa dei continui proclami e di esponenti della federazione tedesca e dell’odiosa stampa poplulistica. Questo discorso per fortuna non lo faccio quando interagisco con i singoli stranieri, quando ne incontro non ragiono in conseguenza del passaporto, ma esclusivamente in caso di manifestazioni contro rappresentanze dei vari paesi. In quei frangenti l’agonismo ti porta ad odiare l’avversario che in quel momento incarna solo tutte le caratteristiche negative del paese. Si tratta esclusivamente di agonismo.

Come poter poi ragionare per eurismi quando un ex ministro della Repubblica italiana dice:

"Quella di Berlino è una vittoria della nostra identità, dove una squadra che ha schierato lombardi, campani, veneti o calabresi ha vinto contro una squadra che ha perso immolando per il risultato la propria identità, schierando negri, islamici e comunisti. Aver battuto tutti questi qua è stata anche una vittoria politica"

Insomma, il signor Calderoli ha sprecato ancora una buona possibilità di star zitto.

  • Vurdak
    11 lug 06@6:22 pm:

    Mah…ritengo mediocre esser nazionalisti solo in occasione dei mondiali….

    PS: ritenersi superiore come nazione o popolo è sciovinismo, cosa tipica dei francesi come popolo, e dei futuristi come cultura; essere nazionalisti vuol dire aver amor patrio e stop.

    Calderoli ha ragione a dire che la Francia è ormai un paese che di francese ha solo il nome, però deve star zitto in quanto incoerente, e tendente a far del suo razzismo un arma politica. Questo è pericoloso, perchè scade nella stessa mediocrità che accuso a chi è nazionalista fino alla fine dei calci di rigore.

    Saluti dal bannato Vurdak che tutto guarda :D

  • MikyInTheSky
    11 lug 06@6:34 pm:

    Eh va beh, sono anche io umano, ogni 4 anni mi concedo anche io un difetto :D

    lurkone :sisi:

  • winola
    12 lug 06@1:49 am:

    …e quando mai? Calderoli non sa tacere, probabilmente nessuno gli ha spiegato che prima di parlare è necessario collegare il cervello e mettere in moto i due neuroni che possiede…

  • Vurdak
    12 lug 06@7:21 am:

    Ma sinceramente, ripensandoci, la frase “Quella di Berlino è una vittoria della nostra identità, dove una squadra che ha schierato lombardi, campani, veneti o calabresi ha vinto contro una squadra che ha perso immolando per il risultato la propria identità” è una piccola perla. Però peccato che venga recepita soltanto dal vecchietto che vede che i neri portano via lavoro al figlio, ovvero razzismo insensato e becero.

  • utente anonimo
    17 lug 06@6:14 pm:

    certo che hai ragione.. sto Calderoli una ne pensa e la dice pure!!

    cmq forza italia!ciaooo

    sorya

  • TheCrystalShip
    18 lug 06@10:15 pm:

    ma quali 2neuroni???? non esageriamo x cortesia……..