05
set

Varie ed eventuali

Volevo parlare di 2 o 3 cose in questo post ma nessuna merita abbastanza da avere un post a sè quindi mi accingo a scrivere un noioso post senza capo nè coda.

1. Innanzitutto oggi sono tornato a Milano. Il viaggio in treno stranamente è andato bene, il treno ha spaccato il minuto e funzionava anche l’aria condizionata. Ho preso la metro gialla fino in Duomo e da lì volevo prendere il 3 perchè è l’unico che mi porta fino a sotto casa e vista la stanchezza non avevo voglia di farmi tratti a piedi. Volevo, perchè senza un apparente motivo ho preso il primo tram che passava e si trattava del 2. Per fortuna la direzione dei 2 tram è più o meno quella e sono sceso poco prima di Porta Genova. Da là quindi a piedi fino a casa e sotto il sole che c’era oggi non è stata una piacevole passeggiata, anche se di un quarto d’ora circa. Stremato sono arrivato a casa, doccia e spesa per rimpinguare il frigorifero che piangeva per il mese e mezzo di solitudine. Ora mi aspetta una settimana immerso nella contabilità (si, ancora non l’ho dato) e poi il trasloco verso la nuova dimora, a poche centinaia di metri dall’attuale ma con in più aria condizionata e lavastoviglie. Appena iniziano i corsi insomma mi do al trasloco.

2. Se l’inizio degli anni 80 è stato segnato dalla domanda "Chi ha sparato a JR?" l’inizio dei 90 si chiedeva "Chi ha ucciso Laura Palmer"? Essendo un grandissimo fan di X-Files e di Lost (ed entrambi hanno attinto tantissimo da Twin Peaks) mi è sembrato giusto cominciare a scoprire un po’ l’arcinota serie di Lynch e Frost. Ovviamente quando era in programmazione su canale 5 ero troppo piccolo per seguirlo però ricordo che rimasi piuttosto traumatizzato dalla pubblicità di una delle puntate quando un bambino rimaneva rinchiuso nel fondo del pozzo. Ora grazie al mio caro mulo al quale do da mangiare tante fibre posso mantenere una media di una puntata al giorno, come feci per la seconda serie di Lost.

3. Dicevo io che stavo dimenticando qualcosa. Oggi sarebbe stato il sessantesimo compleanno di Freddie Mercury, scomparso quel 26 novembre del 1991. Alle major piacciono gli anniversari con gli 0, soprattutto quando si parla di gente morta, e infatti sta per uscire un dvd e un doppio cd, rispettivamente documentario e best of della carriera da solista di Freddie.

Un pensiero oggi va anche a lui.

Lover of Life, singer of Songs.

I still love you.