10
gen

Il telefonino che ucciderà la telefonia


Quando Steve Jobs dice una cosa c’è da crederci. Aveva promesso che quello di ieri sarebbe stato un keynote storico, più importante di quello del 1985, tanto da far intervenire la sua stessa famiglia. E così effettivamente è stato. Che il prodotto che sarebbe stato presentato fosse stato l’iPhone era già dato quasi per certo perché era trapelato che l’Apple aveva già presentato le domande per le licenze. Non posseggo nemmeno un prodotto di Cupertino (per ora) ma seguo con attenzione tutte le sue mosse e i keynote sono sempre interessanti da seguire live, soprattutto quando sul palco c’è un personaggio del carico di Jobs.

Sull’AppleTv non c’è molto da dire, le è stata dedicata solo un quarto d’ora e di nuovo rispetto al precedente keynote c’è solo il prezzo (299$) e la data di spedizione da febbraio. Steve Jobs ha iniziato più o meno così: "Sono quì oggi per presentarvi 3 nuovi prodotti: un nuovo ipod, un telefonino e un internet comunicator. La novità è che si tratta di 3 prodotti racchiusi in uno solo." L’iPhone per l’appunto. Personalmente ne sono molto entusiasta perché si tratta di una svolta a dir poco epocale nel mondo della telefonia e della connettività. La Apple sono almeno un paio d’anni che detta legge sui trend tecnologici e così farà con questo nuovo prodotto.

Il futuro, per come lo vedo io, e per come secondo me lo vede anche Jobs, non è nelle cagate che ci propinano i gestori telefonici come le videochiamate o il tvfonino, che entrambi fallimenti assoluti, quanto nella portabilità di internet e lo sfruttamento delle sue possibilità nel palmo della nostra mano ovunque vogliamo. L’iPhone, almeno nella sua prima versione, non sarà nemmeno 3G. Sfrutterà però ad esempio tutte le possibilità del WiMax, di cui in Italia non si sente nemmeno parlare ma che in USA ha già preso piede in svariati posti.

E la Microsoft? Sta a guardare. Il gigante di Redmond continua ad essere in totale sbando dopo il fallimento del progetto Zune e le critiche sempre più feroci che continuano a piovere su Vista. Con i ritmi di vendita dei Mac di questo passo ben presto ci si troverà di fronte a una concorrenza sempre più diretta tra le due. E intanto dopo l’anuncio dell’iPhone le azioni Apple sono schizzate a un +9%.

L’unico rammarico di questo keynote è stata la totale mancanza di annunci circa Leopard, la nuova versione del sistema operativo Apple, la cui uscita è l’ultimo ostacolo che mi separa dal cambiare portatile.

  • DikaiosyneHeqet
    11 gen 07@8:58 pm:

    Ciao!

    Sono passata di qua per caso e ho deciso di lasciarti un commento.

    Per dire che… evito le tue stesse cose, a parte Vasco Rossi – mi dispiace.

    Ho voluto scriverlo, non chiedermi come mai… Sarà che sono particolarmente fusa stasera.

    Kiss

  • MikyInTheSky
    12 gen 07@4:01 am:

    purtroppo non sono quello in maggioranza