07
feb

Linux Laptop VS. Mac Book: fight!

Ho appena ricevuto una mail del Dok di RockcastItalia, noto macchista convinto per chi segue il podcast, che con tono provocatorio (ahahah va che scherzo) mi faceva notare come a parità di potenza un MacBook costi di meno.

Diamo un’occhiata alle specifiche del MacBook base. Processore Intel Core 2 Duo 1,83 Ghz, 2 Mb cache shared, system bus 667Mhz; memoria RAM 512Mb DDR2 SDRAM 667Mhz; hard disk 60Gb serial-ATA 5400rpm; lettore DVD e masterizzatore CD-R/CD-RW; scheda grafica Intel GMA 950 equipaggiata di 64MB di DDR2 SDRAM condivisa con la memoria principale. Altre caratteristiche pressocchè simili al Darter Ultra sono lo schermo da 13.3 pollici, bluetooth, wifi 802.11 abg e la scheda ethernet.

Andiamo a costruire un Darter con queste caratteristiche. Facendo l’upgrade del processore e dell’hard disk arriviamo a $1,263.00 contro
$1,099.00
del Mac
Book per un
totale di
+164.00$ a
favore del Mac.
$1,263.00 contro $1,099.00 del Mac Book per un totale di +164.00$ a favore del Mac. Il modello suggeritomi dal Dok, il quale ha il Mac di fascia intermedia da 2.0Ghz, 1Gb RAM e 80Gb di hard disk 5400rpm al prezzo di $1,299,00 sul sito Apple, costa nel corrispettivo pinguino $1,414.00 (+115.00$).

Ok, è vero detta così il Mac sembra più economico ma il trucco c’è e si vede. Il Mac, per le sue caratteristiche intrinseche e per l’uso per il quale è stato progettato e poi viene effettivamente usato, ha una scheda grafica piuttosto povera di prestazioni. Semplicemente non avrebbe bisogno di una più potente dato che, a meno di smanettare con Parallels o BootCamp, non ha un parco di giochi sufficientemente ampio per sfruttarne le potenzialità nè tantomeno lo necessita l’interfaccia grafica. Rinunciando invece a un po’ di potenza di calcolo, oppure spendendo qualche dollaro in più, si ha la possibilità di avere Ubuntu, posizionare il cursore nell’angolo basso dello schermo e passare, con un effetto del cubo che gira, grazie a Beryl sulla scrivania successiva sul quale sta girando Half Life 2 grazie a VMware. E sta girando meglio di come girerebbe sul MacBook data la scheda grafica sensibilmente migliore.

Il secondo aspetto che secondo me è molto importante è che il Mac Book di fascia bassa non ha il masterizzatore DVDMac Book di fascia bassa non ha il masterizzatore DVD, al contrario il Darter supporta anche i DVD dual layer di default. Personalmente dovendo fare nel 2007 l’investimento in un portatile non me la sentirei di comprarlo senza masterizzatore DVD. In più ci aggiungerei che il Darter ha dalla sua il lettore di flashcard integrato e l’uscita s-video per collegarlo direttamente alla tv (cosa che uso spesso e molto comoda) e che il MacBook ha solo tramite adattatore venduto separatamente.

Ok ammetto che avevo liquidato il costo dell’hardware più economico un po’ troppo in fretta. Quello che pesa sicuramente di più sul prezzo finale del Darter è il processore ed è anche ovvio che la Apple, facendo ordinativi di qualche milione di pezzi alla volta, spunti un prezzo alla Intel molto più basso. I 164.00 dollari di differenza sul prezzo finale però non sono fumo, si ha pur sempre una scheda grafica di gran lunga superiore, un masterizzatore dvd e un altro paio di funzioni, nonchè la possibilità di personalizzare la propria macchina secondo le esigenze.

Infine qualche bega sulla valuta ci sarebbe (economista mode="on"). Comprare un Mac un USA costa molto di meno che comprare la stessa macchina in Europa, roba di 250€ di differenza se non faccio male i conti (al tasso di cambio di Google). Se l’azienda che produce il Darter spedisse in Europa e ne comprassimo uno upgradato in USA e il Mac in Europa (ipotesi plausibile a meno che non prendiamo un aereo transoceanico), quest’ultimo costerebbe 143€ di più (una parte andrebbero via in spese di spedizione, of course). E qualcosa mi dice che la Apple non spedisca in Italia dallo store americano.

Dok non ti mettere mai contro un economista! :mgreen:

  • Dok
    07 feb 07@5:49 pm:

    Non sono un maccista convinto, almeno non fino a quando Jobs non mi passerà un milione di dollari l’anno per dirlo :)

    Uso il mac perchè mi ha risolto dei problemi che avevo col pc, e oggi mi permette di fare bene quello che faccio. Se domani vedessi un’alternativa migliore sarei il primo a cambiare!

    Per un anno e mezzo ho usato esclusivamente BeOS !!! Facciamo a gara a chi è + geek? ;)

    Il bianchino mi piaceva, solo non tornavano i conti :)

  • MikyInTheSky
    07 feb 07@6:22 pm:

    ok ok questa del geek te la do vinta così siamo pari :D
    però ero convinto avessi il mac abbronzato, devo prestare più attenzione alle tue trasmissioni :p

  • Dok
    07 feb 07@7:40 pm:

    abbronzato? yess… mi piaceva il bianchino che hai recensito tu

  • f I f I
    08 feb 07@12:56 pm:

    parlate tutti austrolopiteco. fico. mi devo imparare una nuova lingua ora.