21
feb

E fu così che il portatile spirò

Comprai il mio portatile il giorno prima di partire per Milano la prima volta, a settembre 2004. Pessima tempistica, era l’alba del Centrino e del Dual Core che hanno fatto fare un discreto balzo in avanti sia come potenza che come durata di batteria.  Da allora non è stato un rapporto idilliaco con il mio Toshiba Satellite A60. Il primo problema che ebbi fu allo schermo con un pixel spento. Giusto il tempo di far scadere la garanzia e non so come si ruppe il lettore DVD, per ripararlo ci sarebbero voluti 50€ solo per il preventivo (cosa che mi ha permesso di stipulare il mio record di non formattazione a oltre un anno). Poi fu la volta dell’alimentatore. Mentre ero in treno comincio a sentire puzza di bruciato ed era proprio l’alimentatore che mi salutava. Dopo averlo sostituito con uno non originale, dopo qualche mese, va a farsi fottere lo spinotto. Soluzione: trapianto di jack maschio dal vecchio al nuovo alimentatore.

La necessità di un nuovo portatile si è cominciata a fare più impellente con l’avvicinarsi della laurea, quando mi servirà scheda Wi-fi (che questo non ha) e capacità di batteria (che ora si attesta a un’ora circa). Comprare una batteria nuova per avere un’autonomia di un’ora e mezza costa 150€ mentre una scheda Wi-fi USB sta tra i 15 e i 20€ da quanto vedo su Ebay.

Poi l’altro giorno il nuovo fattaccio. Mentre stacco l’alimentatore dal pc sento un piccolo tac. Vado a vedere e lo spinotto che sta nel jack femmina si è staccato ed è rimasto incastrato nel buco del jack maschio. Ora è rappezzottato con la carta argentata. Sarebbe possibile anche cambiare le prese con quelle generiche ma è la classica scintilla che fa traboccare il vaso (cit.).

E ora? Eh, ottima domanda. Il dilemma Mac o PC rimane ed è sempre più forte. Ovviamente nel secondo caso raderei subito al suolo qualsiasi sistema operativo per far spazio a Kubuntu (Amarok ha implementato le periferiche MTP, yuppie!). Per il Mac sarebbe un po’ presto, nel migliore dei casi Leopard sarà presentato tra un mese ma come ho già spiegato in precedenza sono ancora un po’ restio verso questa prima generazione di Mac Book senza il combo drive (se non a costosa richiesta) e con qualche problemino di surriscaldamento.

Credo che alla fine farò un confronto tra gli hardware disponibili in giro…

  • StellaAG
    21 feb 07@10:47 pm:

    Anche il mio sta dando segnali alquanto equivoci anche dopo una settimana che è stato dal tecnico…
    Speriamo si rimetta da solo.. anche se ne dubito!

  • Silvia
    22 feb 07@6:05 pm:

    beato te che almeno hai ricevuto i segni il mio computer si è spento x non si sa quale motivo e non si è più riacceso….cmq a mio parere i mac sono migliori mio padre lo usa x lavoro e sono 7 anni che ce l’ha mai rotto e mai portato ad aggiustare…

  • f I f I
    22 feb 07@7:58 pm:

    foto chiarissima proprio.

  • CARLYTOS
    22 feb 07@9:48 pm:

    MICCHELE…..QUESTO è IL MIO BLOG!!!!!! W SALERNO!!