19
apr

HDR fever

Mancano 4 giorni e poi finalmente sarò al cospetto di DIO. Dove DIO è diverso da Dio (Ronnie James). DIO è Colui che ha ideato Il Muro, Colui ha scoperto per primo il Lato Oscuro della Luna, DIO è Roger Waters. Temo che su canzoni come Any Color You Like o Brain Damage potrei cominciare a piangere. Vi farò sapere. Comunque questo preambolo mi serviva per introdurre un’altra cosa. La mia fotografa preferita© mi ha gentilmente e come al solito volontariamente prestato la macchina fotografica per il concerto, ma facendo il grave errore di prestarmela più di una settimana prima. E chi è venuto in vacanza con me sa che io in quanto a fotografie sono peggio di un gruppo di giapponesi in visita alla cappella sistina.

E visto che sono sempre informato sulle ultime tendenze, dopo una rapido sguardo alle funzioni nei menù che nessuno usa, mi sono sbizzarrito con l’HDR. Dove HDR è l’High Dynamic Range, una tecnica che permette, prendendo una fotografia a tre o più livelli di esposizione, di fondere le 3 immagini risultanti in modo da ottenere delle tonalità particolarmente interessanti e in alcuni casi semplicemente spettacolari per nitidezza e vivacità. Guardate nelle foto di Tray Ratcliff di cosa può essere capace questa tecnica.foto di Tray Ratcliff

Dal mio piccolo ci ho provato e questi sono alcuni dei risultati che credo mi siano usciti un po’ meglio. Una delle cose più spettacolari dell’HDR è la resa delle nuvole e cazzo, oramai sono giorni che non vedo una nuvola in cielo.

Questa è una vista del Naviglio Grande all’altezza del bar “Il Ponticello”.

HDR navigli ponticello

Quest’altro è il Naviglio Pavese visto dalla Darsena

HDR Navigli ristorante

Questo è il retro del Duomo.

HDR_billboard

E infine la cupola della Galleria. Questa è venuta meno nitida delle altre perché non avevo punti di appoggio e l’ho dovuta fare a mano e per quanto ci provi a stare fermo non potranno mai venire perfette al pixel come dovrebbero.

HDR_galleria

Quì il mio set completo su flickr che sto aggiornando piano piano.

  • fotografa preferita©
    19 apr 07@1:03 pm:

    senza parole :*

  • davide
    20 apr 07@2:05 pm:

    Non c’entra niente col post ma…gesù, sono diventato musica classica e sacra-addicted! acolto in continuazione “Gloria”, “Magnificat” e “Amen”, penso di aver scaricato tutto il rigoletto, il franco cacciatore e sto riscoprendo Brahms, Lizst e Mozart…sono grave?

  • stieglitz69
    21 apr 07@1:00 pm:

    Belle foto, potresti addiritura convicere un esteta a venir a vivere a Milano…
    Quando la tecnica arriva alla complessita’ di riprodurre con un click il manierismo di un Rosso Fiorentino o di un Sebastiano del Piombo, occorre prenderne atto e rinoscerne i meriti…detto da chi non ha neppure la tv in casa :-)

  • Terry
    27 apr 07@9:06 am:

    Che storia…Credo che la mia non abbia quell’opzione…

    ..mah…tipo che nella cappella Sistina le foto non si posso fare..sai!