02
mag

Spiderman 3: lo stupro di un personaggio

Premessa: io con l’Uomo Ragno ci sono cresciuto. Qui sopra di me giacciono qualche centinaio di numeri del fumetto: un po’ di Classic, la collezione quasi completa di Deluxe, svariate edizioni limitate, la della serie regolare dal 141 al 303, quando poi stanco di resurrezioni e opinabili scelte editoriali ho deciso che non faceva più per me. Insomma l’arrampicamuri di quartiere è stato parte integrante della mia giovinezza e della mia crescita.

I primi due film li ho visti con piacere. Certo, c’erano evidenti discordanze con la storia, però posso dire di averli apprezzati, soprattutto il secondo. Perciò il terzo sono andato a vederlo con le migliori intenzioni: “Beh dai, c’è il costume da simbiota, si inventeranno qualche cagata invece delle Guerre Segrete, però poi cacchio, c’è Venom!”.

E così spendo i miei 6€ (che bella cosa non essere a Milano e spendere 7.7€ per il cinema) ed entro. Il primo tempo scorre abbastanza facilmente. La prima cagata del simbiota si manifesta subito: Peter e MJ stanno amoreggiando quando ad un certo punto proprio di fianco a loro cade un meteorite, dal meteorite esce il simbiota che si attacca al motorino di Peter e nei giorni successivi ne prende il controllo. Che culo!

Seconda cagata: William Baker, alias l’Uomo Sabbia, ha ucciso lo zio di Peter. Con una scena visibilmente rattoppata sulla trama all’ultimo momento per fomentare la rabbia di Peter, oramai in preda al simbiota, gli viene comunicato dal Capitano Stacey (sì, il padre di Gwen) che fino ad ora avevano sbagliato uomo e che il vero assassino era lui.

Fino a qua alla fine è passabile, nonostante queste “sottigliezze” il film è godibile. Ma passiamo al secondo tempo.

Peter è totalmente in mano al simbiota che l’ha reso più sicuro di sè ma anche più cattivo e bastardo. Harry Osborn per far del male a Peter e vendicarsi del padre obbliga MJ a lasciarlo. E qui ci sono i 20 minuti di follia del film: Peter impazzisce e con un nuovo look emo comincia a girare per una New York improvvisamente abitata esclusivamente da modelle in un ridicolo Tony Manero-style rendendosi ridicolo facendo gesti alle passanti, le quali non sembrano gradire. Come se non bastasse esce con Gwen Stacey e vanno insieme al locale in cui canta  MJ. Peter impazzisce di nuovo e comincia a ballare da solo in mezzo alla sala, a suonare e a saltare da un tavolo all’altro. Avete presente The Mask? Ecco, esattamente così.

E poi il gran finale. Venom e Sandman si alleano e rapiscono MJ. Peter va così a chiedere aiuto a … Norman … a Goblin! Il finto rifiuto iniziale è solo un preludio a quello che in effetti succederà dopo. Nel pieno dello scontro ecco Goblin, il nemico per eccellenza dell’Uomo Ragno, la stirpe nemesi di Peter, che combatte fianco a fianco con l’Uomo Ragno. Steve Ditko si starà rivoltando nella tomba. Anni di saghe come Retaggi Familiari, il Terzo Goblin, la Notte di Goblin, buttati nel cesso. Proprio non ce la faccio a vederli che combattono di fianco. Harry Osborn psicopatico e tossicodipendente che combatte lì insieme a Peter. Davvero troppo per me.

Nota positiva è la realizzazione tecnica di Venom, alias Eddie Brock, davvero stupefacente. Nota negativa è la sua caratterizzazione e il suo combattimento che è poco più che mezza scazzottata. Insomma un altro grande nemico che meriterebbe un film a parte ridotto a una mezza pippa.

Quarto film? Io dico di sì. Harry è apparentemente morto senza lasciare figli (niente Norman Jr.), così come il padre Norman ma di lui ho imparato a non fidarmi mai. Compare il Dottor Connors, che poi si inietterà un siero per la ricrescita del braccio diventando Lizard, e appunto compare Gwen, la dolce e bella fidanzata di Peter che verrà uccisa dallo stesso Uomo Ragno per errore, spezzandole il collo salvandola con la ragnatela dalla caduta libera  provocata da Goblin stesso. Gli spunti insomma non mancano.

Ultima nota è la breve, ma come al solito piacevole per tutti gli appassionati, apparizione di papà Stan Lee, che si cimenta in un breve dialogo con Peter. Peccato però che abbia potuto dare il placet per una simile schifezza, proprio lui…

  • giovanni
    02 mag 07@12:59 pm:

    immagino come ci sarà rimasto male il povero ferrigni..minchia ma a milano il cinema costa 7.7 euro!?

  • MikyInTheSky
    02 mag 07@1:11 pm:

    sì infatti ci siamo rimasti entrambi molto male. al medusa quasi sempre 7.70€, gli altri cinema non so se si sono adeguati. anche a salerno ora costa 6.70 invece che 6.50.

  • Avevo
    02 mag 07@2:48 pm:

    Perchè dire sempre e comunque che un film costoso e americano è anche bellissimo, imperdibile,
    mai-visto-niente-di-simile?
    Spiderman 3 è scadente e inconsistente.

  • davide
    02 mag 07@5:20 pm:

    In effetti sono uscito dal cinema davvero con l’amaro in bocca. sam raimi è riuscito in poco più di due ore a stuprare uno dei personaggi cardine della mia infanzia. E’come se fantaman e il dottor zero si alleassero x sconfiggere il duo malefico He-man (principe “pippa” Adam) e skeleton. Nel quarto film posso davvero aspettarmi di tutto, ad esempio un Curt Connors che diventa Lizard in seguito ad overdose di polvere di gesso fuoriuscito dai cancellini. Gli unici elementi da salvare sono Sandman (tranne quando diventa un gigante di sabbia – Mai vista sta cosa!) e Venom che è da spavento.
    P.s. Michè, l’alter ego di Sandman è Flint Marko, dove cazzo hai preso il nome William Baker?

  • MikyInTheSky
    02 mag 07@6:02 pm:

    Quello dovrebbe essere il suo vero nome, Marko era uno pseudonimo che si è dato. Lo dice anche l’enciclopedia ufficiale Marvel

    http://www.marvel.com/universe/Sandman_(William_Baker)

  • stieglitz69
    02 mag 07@8:08 pm:

    Diciamo che se vuole posso fare da consulente e
    salvarla in tempo dalla spesa di 6 o 7.7 euro, consigliandola sulle sue scelte cinematografiche prima dell’irrimediabile istante in cui chiede alla cassiera di staccare il biglietto. Mi accontento del 10% su quanto risparmia. Ovviamente la consulenza e’ del tutto aprioristica! :-)

  • kikiworld
    03 mag 07@11:33 pm:

    sono appena tornata dal cinema e ho letto il tuo post e ti dirò che pure io non sono rimasta molto soddisfatta. certo, non sono una mega appasionata del fumetto come te perciò non posso fare paragoni però la scena di lui che gira per NY è comunque ridicola e anche il finale lascia a desiderare. e poi è troppo lungo e un pò pallosino. un saluto comunque, baibaiii…^^

  • MikyInTheSky
    03 mag 07@11:45 pm:

    mi fa piacere che non solo noi appassionati non abbiamo gradito quei 20 minuti di no-sense che hanno rovinato un personaggio ^_^

  • Spider-Ci
    06 mag 07@9:03 pm:

    Sono più o meno d’accordo con te, come puoi vedere dalla recensione che ho scritto anch’io sul mio blog, anche se il Peter/Tony Manero alla fine l’ho trovato divertente. Casomai era quello The Mask che avrei evitato…

  • Dr.hazamakuroo
    20 ago 07@10:35 pm:

    Spiderman 3… un film forse incompreso.
    Forse ancdrò controccorrente ma a me è piaciuto il doppio del 2 che mi era a sua volta piaciuto il doppio dell’1. Sarà che conosco la poetica di Raimi, un amante del pop-kitsch (non per nulla è produttore di Hercules e Xena) e del suo elementare burlonesco senso dell’umorismo ma a me quelle forse imbarazzanti scene di Peter a spasso e ballerino hanno spiazzato tutti raccontato bene la “sboronerìa” del protagonista (un nerd che si sente figo non può che apparire ridicolo come appunto ci appare) e mi ha fatto sbellicare come un pazzo in sala, posta la piena consapevolezza del regista di ciò che stava combinando. Circa Goblin-Spidey ho apprezzato il team-up perchè rispettoso del fumetto: ricordate che Harry Osborn a un certo punto della sua carriera ha combattuto fianco a fianco di Peter e poi è morto? Idem la personalità di Baker/Marko. E pure la storia di Eddie Brock. Chi ha scritto il film ha realizzato la titanica impresa di carpire gli elementi principali dei personaggi nella loro lunga comics-storia e amalgamarli. La pellicola si conclude con un delizioso slugfest in pieno marvel-style. A mio vedere resta apertissima la strada per Carnage (un campioncino di Venom si trova nei laboratori di Connors) + Lizard (Forse il campioncino stesso favorirà la sintesi del siero di Lizard) + un ritorno dell’Uomo Sabbia. Ciliegina sulla torta sarebbe il Goblin Hamilton (lo psicologo) e la morte di Gwen. Preparando la strada per il quinto film con il ritorno di Norman in grande stile come demiurgo della controversa saga del clone che potrebbe farla da padrone nel quinto episodio. E magari potrebbe concludersi col matrimonio di Spidey con MJ.
    Ma basta sognare… Un difetto vero di SM3 l’ho trovato nella recitazione degli attori in alcuni casi (Peter che piange sul ponte qundo MJ dice che deve lasciarlo, istigata da Harry) ma magari il doppiaggio ha inciso: lo scoprirò in dvd qundo lo vedrò in inglese!

    Il dottore saluta :)

  • MikyInTheSky
    21 ago 07@12:38 am:

    Beh il pentimento di Harry è molto in punto di morte, in Retaggi Familiari lui tira fuori moglie, figlio, cognato e ragno in un barlume di lucidità e poi muore per l’esplosione stessa, non mi sembra vada oltre. connors lo vedo al 99% nel prossimo film, carnage non sarebbe male sperando che non sia la versione surclassata come per venom. la saga del clone sarebbe troppo vasta per piazzarla in un film. sicuramente ci sarà il matrimonio, vedo difficile la morte di gwen perché nel terzo ha un ruolo di secondo, anzi terzo piano. spero tanto in una morte della vecchia.