12
giu

Ricado nel tunnel

P1010538, originally uploaded by Miky In The Sky.

Ok lo ammetto. Sto ricadendo nel tunnel della dipendenza da fumetti. Complice un po’ l’effetto del film che mi ha fatto cercare qualcosa di meno ridicolo l’Emo Ragno e che mi facesse ricordare i bei tempi, un po’ gli scaffali alle casse dell’Esselunga, un po’ la curiosità per la famosa Civil War, ho ripreso a comprare la serie regolare.

Il primo Uomo Ragno che comprai fu l’Uomo Ragno Poket. Poi passai al Classic quando stava per chiudere (no Ferrigno, non te li venderò mai) e la serie regolare sul finire della Saga del Clone (Ben we still love you). Smisi qualche numero dopo il 300 stanco di sconvolgimenti che non stavano nè in cielo nè in terra. Prima resuscita quella vecchia bacucca di Zia May, poi “muore” MJ e Peter ha le crisi d’identità che lo costringono a usare dei costumi alternativi. Ovviamente resuscita un paio di volte Norman Osborn

Questo Civil War non mi dispiace. Sono belle storie e i personaggi sono caratterizzati molto bene. Insomma non è detto che le grandi saghe che sconvolgono l’Universo Marvel siano negative, anche per chi segue da un po’ la Casa delle Idee. E quindi dopo aver comprato i due numeri della serie regolare sono tornato in fumetteria e ho preso i primi due numeri di Civil War, lo speciale e Marvel Zombie, un numero molto interessante in cui i nostri eroi sono bloccati in un universo parallelo e trasformati in zombie che cercano carne fresca dopo aver fatto fuori l’umanità.

E il portafogli non è contento, per fare questo giretto in fumetteria ho dovuto tirare fuori 20€.

E tu da che parte stai?

  • fIfI
    12 giu 07@6:10 pm:

    Io leggo Barbie,
    che ci trovo pure i regalini.
    E pure Cioè. E anche TopGirl. Poi di sobrio compro anche In Cucina con Suor Germana.

  • Kalyth
    12 giu 07@8:21 pm:

    Io invece mi sto (forse quasi) disintossicando dalle serie regolari MARVEL, credo che manterrò solo Ultimate SpiderMan e Ultimate X-Men, che trovo davvero ben fatte in tutti i sensi (specialmente la seconda).

    Ma L’Uomo Ragno “normale” è all’ennesimo sconvolgimento che non porterà a nulla du veramente nuovo e la cosa mi ha un po’ stufato…

  • davide
    12 giu 07@9:20 pm:

    A mio avviso le storie classiche sono le più belle…un Parker nerdissimo, Flash Thompson il bullo (redento dopo il ‘nam ed attaccato alle gonne di Sha-Shan), le prime cotte per Betty Brant e Liz Allen, JJJ che fa creare a Spencer Smythe (poi morto di cancro) il primo ammazzaragni, la morte degli Stacy (prima George e poi Gwen, le tavole più struggenti disegnate da John Buscema), l’Arrampicamuri alleato di Prowler e Ka-zar, Harry cocainomane che diventa Goblin e poi viene sostituito dal suo psichiatra, la pazzia dello Sciacallo (che avrà una pesante eco negli anni ‘90 con la saga del clone), l’arrivo della Tigre bianca…e vogliamo dimenticare le detective stories dei primi numeri di Amazing (spettacolare quella di Spidey VS Goblin VS Grande Uomo), le origini dei nemici storici, la prima formazione dei Sinistri Sei, la morte drammatica di Frederick Foswell e Bennett Brant…e potrei continuare per ore! Un solo consiglio: se volete leggere una delle storie più belle del Tessiragnatele recuperate il numero dieci de l’Uomo ragno classic (oppure UR corno 24/27 o, per chi è ricco, Amazing Spider-man 30/33).
    Perdonatemi se mi sono dilungato, ma Spidey è stato un vero e proprio compagno d’infanzia a cui sono tutt’ora molto affezionato.

  • davide
    12 giu 07@9:21 pm:

    ooops…errata corrige! Le “tavole struggenti” sono state disegnate da John Romita sr!
    Eh, l’Alzheimer…

  • siggi
    12 giu 07@10:06 pm:

    Che vergogna… mai letto una volta che sia una questo genere di fumetti… Io sono più da Dylan Dog, Diabolik e Ratman… Mah. Magari ci provo.