30
giu

I segreti di Londra

Immagine di I segreti di LondraI segreti di Londra
Storie, luoghi e personaggi di una capitale
Di Augias Corrado

Qualche volta i social network servono davvero. Sono andato su anobii, precisamente sul gruppo dedicato ai viaggi, ho chiesto quale libro potevo leggere per entrare nell’ordine della idee prima di andare a Londra e tra i tanti mi hanno consigliato questo. Attirato dall’autore Corrado Augias, in tv con Enigma e Le Storie (se non sbaglio, su Rai Tre a ora di pranzo), uno dei (pochi) giornalisti che maggiormente stimo del panorama italiano, ho deciso di iniziare da questo “I Segreti di Londra”.

Così giovedì scorso esco di casa a cercare il libro. Prima vado alla libreria di Via San Gottardo ma mi dicono che è finito ed è prevista una ristampa. Nonostante l’ora, circa le 7.30, orario critico per i negozi milanesi, mi avvio fino alla FNAC che trovo ancora aperta e dove trovo anche il volumetto. Torno a casa e il primo giorno mi sparo le prime 100 pagine e ieri sera l’ho concluso, non mi accadeva da anni di leggere 400 e rotte pagine in una settimana circa.

Il libro è davvero interessantissimo: ripercorre la storia della capitale e dell’Inghilterra tutta partendo dalle singole zone, i quartieri o anche le case e gli edifici più importanti. Si iniza nell’East End, zona notoriamente più povera ma anche più vera della City, e zona in cui sono stati ambientati molti romanzi gotici a partire da “Lo strano caso di Dottor Jekyll e Mr. Hyde” e in cui Jack lo Squartatore uccideva le prostitute sue vittime preferite. Quindi si va avanti con capitoli dedicati ai personaggi più o meno famosi descrivendo i luoghi di Londra che li hanno visti protagonisti. E all’inverso parte da alcuni monumenti come la Torre di Londra di cui ne racconta la storia a partire da Enrico VIII, le sue mogli e la scissione dal cattolicesimo, come il Parlamento luogo di grandi battaglie per acquistare potere a discapito della monarchia fino a posti meno scontati come gli scantinati in cui si riuniva il Governo di Churchill durante la seconda guerra mondiale sotto le bombe della Liftwaffe eroicamente affrontata dalla flotta di Sua Maestà. Infine, prendendo a pretesto il pacchiano altare creato in un seminterrato di Harrod’s, l’ultimo capitolo è dedicato a Diana e alla sua morte.

Un libro consigliatissimo a chi sta per fare un viaggio a Londra ma anche per chi vuole conoscere meglio questa città e questo grande popolo standosene comodamente seduto in poltrona.