03
lug

Quando i blog non bastano

Instant blogging, micro blogging, twittering, fate un po’ voi. Fatto sta che questa moda della scrittura d’impulso non è che mi abbia mai particolarmente attirato. Anche se voglio scrivere qualcosa di gettito preferisco farlo sul mio blog. Ho anche molte più possibilità, come ad esempio corredare il tutto con un’immagine, cosa che su Twitter non potrei fare. E se mi garba lo posso fare direttamente dalla strada e dal telefonino uploadando una foto appena scattata con il mio 6680.

Però qualche giorno fa è apparsa su digg una notizia tramite la quale si potevano ottenere inviti su Pownce, che ora è in beta chiusa. Quasi senza sapere cosa fosse mi sono accaparrato un’invito e ci ho dato una rapida occhiata (viste anche le funzionalità molto basilari del sito è stata davvero rapida).

http://pownce.com/ZiggyStardust/Si tratta di un’evoluzione di Twitter: oltre che permettere il micro blogging (ma nemmeno tanto micro visto che ho letto che non c’è limite di lunghezza) ma anche e soprattutto di inserire link, files (fino a 10mb nella versione base, 100 nella pro a 20$ all’anno) ed eventi nel proprio flusso di cinguettii. Per ora è possibile anche scaricare il client desktop che sfrutta le tecnologie di Adobe AIR, quindi disponibile solo per Mac e Win. Un po’ come Facebook se prendesse piede sarebbe davvero molto comodo per organizzarsi tra amici, colleghi e cose del genere date le discrete potenzialità.

Se qualcuno è desideroso di un invito parli adesso o taccia per sempre. Questo è il mio Pownce, addatemi!