21
ott

E’ solo spazzatura

In questi giorni su internet e in particolare sulla blogosfera italiana c’è stata una semi sommossa dovuta al famigerato disegno di legge Levi-Prodi. E’ sembrata quasi una chiamata alle armi. Mi sono trovato circondato di messaggi privati un po’ ovunque, annunci sui blog, petizioni a non finire che preannunciavano l’Armageddon finale della libertà di parola, o quello che ne rimane, in Italia.

Io con ascetica calma sono rimasto seduto sulla sponda del fiume aspettando scendervi qualche cadavere che comincio a scorgere all’orizzonte.

Da subito infatti ho avuto la sensazione che non si trattasse di un attacco alla libertà di opinione in Italia quanto di pura e semplice idiozia politica. Come oramai siamo abituati da tempo si tratta di pura e semplice disegno di legge carta-straccia, una legge-porcata come direbbe Calderoli. Una proposta partorita senza tenere conto delle possibile conseguenze e senza tenere conto degli attuali scenari mediatici.

Tant’è che da subito Levi è caduto dalle nuvole e ha escluso dalla famigerata procedura burocratica i blog personali. E alla domanda “E quello di Grillo?” ha risposto che sarebbe competenza della Cassazione decidere. Gentiloni e Di Pietro si sono scusati sui rispettivi blog per la leggerezza con cui hanno trattato la legge che se approvata con questo testo hanno ammesso avrebbe creato non pochi problemi, cosa che difficilmente succederà protesta o no della blogosfera visto che è solo un disegno di legge.

E giusto per concludere vorrei ricordare che nel Decreto Urbani di qualche anno fa che oltre alla rilevanza penale della pirateria prevedeva il marchio su praticamente tutto il materiale publicato sui siti web con un bollino simile a quello della SIAE.

  • Lo psicologo
    22 ott 07@1:38 am:

    Io credo che tale decreto parta da presupposti errati. La rete è già sorvegliata dalla polizia postale, la quale possiede i mezzi per rintracciare chi si rende colpevole di reati sul web. Inoltre la legge punisce chi lo fa.

    Non vedo dunque la necessità di restringere l’accesso ad internet, né il bisogno di rendere più severe le pene per chi sbaglia online.

    E poi scusate… ma quale assurdo governo prima libererebbe i delinquenti minori (si fa per dire…) attraverso l’indulto, per poi mettere in prigione chi diffama qualcuno su internet?

    Non vi pare un po’ incoerente, per non dire di peggio?

  • StellaAG
    22 ott 07@9:22 pm:

    Si concordo sulla legge spazzatura…
    Certe volte mi chiedo che si mangiano a calazione per far certe cose…e si pure impegnano come se non ci fossero questioni più importanti.
    Comunque non si sa mai..se ti servirà,io sono iscritta all’albo dei giornalisti :)

  • Diamante
    22 ott 07@10:24 pm:

    Purtroppo il giornalismo é diventato un ottimo strumento x innestare tarli nelle menti dei poveri lettori ke subiscono passivamente le emerite cazzate stampate su quei fogli!
    E’ uno schifo totale ke l’ unico mezzo di informazione decente sia infettato in qst modo…siamo in Italia…c’ é da aspettarselo
    ps: Mlt carino, complimenti
    ciao