17
nov

Alla conquista del nord

indian trip
E’ ufficiale: il 28 sera lasceremo il campus alla volta delle sabbie, del sole e delle palme del Goa. Quasi una settimana di completo relax e totale fancazzo, fino al 3 dicembre sera quando si riparte per Mumbai e da lì, il 5 mattina avrò probabilmente il volo per Varanasi, prima tappa del mio tour alla conquista dell’India settentrionale. Varanasi, per capirci, è quella città sacra dove gli induisti vanno a bagnarsi nelle tossiche acque del Gange di fianco ai morti che vengono cremati sulle rive del fiume sacro, dove poi vengono disperse le ceneri. Da Varanasi si parte per Agra, la città famosa per il Taj Mahal. Dopo Agra farò tappa a New Delhi (3 o 4 ore di treno). Da Delhi partirò per visitare Jodhpur, una delle tante città nel deserto del Rajastan e, dopo una breve sosta a Jaipur, ancora un treno per Udaipur, famosa per i suoi laghi al centro di uno dei quali c’è un maestoso palazzo (ora convertito in holtel) che sembra sorgere dalle acque. Dopo Udaipur si torna definitivamente a Mumbai, dove il 14 dicembre, ho l’aereo per Milano.

9 giorni e quasi 4000 km da backpacker, all’incirca equamente divisi tra treni e aerei. Sopravviverò?