27
lug

Ratzinger, denunciaci tutti!

Girando per la blogsfera sarà capitato un po’ a tutti di vedere un simpatico badge con la foto del nostro Papa preferito incappellato che dispensa benedizioni ai suoi fedeli e la scritta “Il Papa condanna questo blog”. Dalle parti del Vaticano sembra essere arrivato internet (quando si tratta di fare marketing sono fuori dal Medioevo) e qualche omino in gonnella si è un po’ contrariato per l’iniziativa, che oramai aveva contagiato circa 500 blog.

Tutto era partito dal blog de Il Burbero Scontroso, il quale qualche giorno fa si è visto tirare giù dal suo host il papabanner con tanto di comunicazione da parte della Polizia Postale. La Curia, qundi la Chiesa Cattolica di Roma in persona, ha contattato la Polizia postale dicendosi piuttosto contrariata per l’iniziativa, chiedendo la rimozione dell’immagine. Senza una formale denuncia, la Polizia ha pensato bene di obbedire e di contattare l’hosting per la rimozione dell’immagine. Questo sì che è un sequestro preventivo, e non solo preventivo del processo ma preventivo addirittura della denuncia. Non sarà censura ma l’effetto è lo stesso.

Il papabanner tornerà presto online (anche se da Google è dura rimuoverlo) su un server ospitato in una nazione dove sarà più difficile per i vescovi metterci le loro mani ingioiellate. Però che tristezza che mi fa questa Italia.

28
nov

Pellegrino on-demand

Avete bisogno di una grazia dalla Madonna (non quella di Like a Virgin)? I vostri dolori reumatici vi tormentano e solo una mano divina può curarvi? Dovete passare l’esame di contabilità e bilancio il prima possibile senza andare al CEPU (ah quello sono io)? Volete i numeri da giocare a lotto perché quelli che vi ha dato vostra nonna in sogno non hanno funzionato? Come direbbe qualcuno "Beh, non ti resta che andare al Lourdes" (come se poi servisse a qualcosa poi). Avete preso in seria considerazione questa possibilità ma non avete il tempo o la forza di fare un pellegrinaggio?

Non c’è problema! C’è il pellegrino su commessa! Piuttosto che andare portare un fiore su qualche altare che probabilmente qualche pakistano ruberà per rivenderlo alle coppiette la sera, oppure invece di comprare una candela che probabilmente il prete prenderà per farci strani giochetti, spendendo la modica cifra di 2.500€ il signor Carlos Gil uscirà dalla sua casa di Cascais alla periferia di Lisbona e percorrerà a piedi i 160km di tragitto che lo separano da Fatima. Ed esclusivamente per voi. Una volta arrivato lì dopo 7 giorni di tragitto pregherà per voi, ringrazierà la Madonna/Dio/Santo che vi è più congeniale e tornerà indietro a casa (non è specificato se a piedi o con altri mezzi). E se siete malfidenti è possibile chiedere che il sant’uomo vi consegni una serie di "prove" come francobolli dei vari posti, scontrini di ristoranti o documenti comunali.

Il povero programmatore portoghese dice di farlo esclusivamente per motivi religiosi e che il costo serve solo per coprire le spese di viaggio (minchia). Vi ho convinto? Non vi resta che puntare il vostro santissimo mouse su questo sito tradotto in 3 lingue nel quale si fanno le prenotazioni e chiedere di fare il viaggio per voi, dopo aver speso il vil denaro ovviamente.

03
apr

Non soffrono solo i Cattolici

Leggevo questo post di un blog destro-cattolico e ho commentato. Mi sarebbe piaciuto che il commento non rimanesse solamente lì quindi lo riporto.

Oggi sono proprio in giornata da blog, evidentemente il sesso stimola la creatività.

Soffrite quanto soffro io che non sono cattolico quando qualcuno si sente fiero della falce e martello ma soffrite quanto soffro io quando un politico italiano dice: "Meglio fascisti che froci"?

Soffrite quanto soffro io quando sento che un omosessuale viene trattato come se non fosse un essere umano e gli vengono tirati i finocchi dietro?

Soffrite quanto soffro io quando sento che una persona non può vedere il convitente che ama dal profondo del cuore se è in ospedale?

Soffrite quanto soffro io nel vedere il vestito del papa in pelle di ermellino quando i missionari sono in condizioni di estremo disagio?

Soffrite quanto soffro io nel leggere quanti muoiono di aids mentre la chiesa continua a deprecare il preservativo?

Non bisogna essere cattolici per soffrire e per guardare il mondo con gli occhi della sensibilità, anzi la non appartenenza permette di realizzare meglio in quale stato versa questo mondo.

Dopo 5 anni di Governo Berlusconi non ha reso l’Italia migliore, la chiesa non ha fatto di meglio in duemila anni di storia con l’umanità, non sarebbe ora di cambiare anche quella?

30
mar

Caro Camillo ti scrivo

Sua eminenza,
ho sempre apprezzato il fatto che lei sia sempre stato così prodigo nel farci sapere il suo pensiero riguardo a tutti i temi d’attualità.

In questo periodo poi è particolarmente attivo, sarà l’aria di primavera, sarà l’acqua, sarà il caffè, sarà una delle campagne elettorali più importanti, quindi spero che possa trovare un po’ di tempo per rispondere ai miei semplici dubbi esistenziali.

Colgo così l’occasione per porle alcune domande e sperare in un suo parere che è sempre ben accetto venendo da una così alta e meritevole organizzazione come il Vaticano.

- Quando vado in bagno a fare "l’affare grosso" sono sempre in  dubbio su cosa portarmi per passare il tempo secondo lei è meglio L’Osservatore Romano o il Giornalino? Che ne dice de Il Foglio di Giuliano Ferrara? Avevo pensato a quello per poter poi risparmiare sulla carta igienica, sa, con l’euro non si può mai sapere, e lei sicuro lo saprà visto che ha fatto voto di povertà.

- Devo mettere le tende in cucina. Devo scegliere tra quelle a fiori e quelle miste frutta e verdura. Il problema è che su quest’ultime sono raffigurate, scusi la volgarità, banane, piselli, patate e meloni. Crede siano troppo volgari? Dall’altra parte della strada ho anche una chiesa, le vecchiette che vanno alla messa potrebbero scandalizzarsi!

Spero vivamente che lei creda opportuno dedicarmi qualche minuto della sua attività di comuncatore, anzi, dovrebbero proprio darle la laurea ad Honoris Causa in scienze delle comunicazioni! Tutta colpa dei rossi che oramai controllano anche le scuole.

In fede, Michele.

25
gen

Jesus Christ: the gay musical

PREVIOUS