28
nov

Pellegrino on-demand

Avete bisogno di una grazia dalla Madonna (non quella di Like a Virgin)? I vostri dolori reumatici vi tormentano e solo una mano divina può curarvi? Dovete passare l’esame di contabilità e bilancio il prima possibile senza andare al CEPU (ah quello sono io)? Volete i numeri da giocare a lotto perché quelli che vi ha dato vostra nonna in sogno non hanno funzionato? Come direbbe qualcuno "Beh, non ti resta che andare al Lourdes" (come se poi servisse a qualcosa poi). Avete preso in seria considerazione questa possibilità ma non avete il tempo o la forza di fare un pellegrinaggio?

Non c’è problema! C’è il pellegrino su commessa! Piuttosto che andare portare un fiore su qualche altare che probabilmente qualche pakistano ruberà per rivenderlo alle coppiette la sera, oppure invece di comprare una candela che probabilmente il prete prenderà per farci strani giochetti, spendendo la modica cifra di 2.500€ il signor Carlos Gil uscirà dalla sua casa di Cascais alla periferia di Lisbona e percorrerà a piedi i 160km di tragitto che lo separano da Fatima. Ed esclusivamente per voi. Una volta arrivato lì dopo 7 giorni di tragitto pregherà per voi, ringrazierà la Madonna/Dio/Santo che vi è più congeniale e tornerà indietro a casa (non è specificato se a piedi o con altri mezzi). E se siete malfidenti è possibile chiedere che il sant’uomo vi consegni una serie di "prove" come francobolli dei vari posti, scontrini di ristoranti o documenti comunali.

Il povero programmatore portoghese dice di farlo esclusivamente per motivi religiosi e che il costo serve solo per coprire le spese di viaggio (minchia). Vi ho convinto? Non vi resta che puntare il vostro santissimo mouse su questo sito tradotto in 3 lingue nel quale si fanno le prenotazioni e chiedere di fare il viaggio per voi, dopo aver speso il vil denaro ovviamente.

09
lug

Coincidenze della Madonna (parte 2: la vendemmia)

Una delle tesi più importanti per chi avvalora la veridicità di Fatima è il susseguirsi del numero 13.

Tutte le apparizioni, tranne una, sono avvenute il 13 di ogni mese, da maggio fino a ottobre. Il 13 maggio 1981 c’è stato l’attentato a Giovanni Paolo II (se gli fosse caduto un meteorite in testa allora avrei accettato la coincidenza ma è stato sparato deliberatamente da qualcuno quel giorno). Il 13 febbraio dell’anno scorso Lucia Dos Santos, la pastorella sopravvissuta all’ecatombe voluta dal barbuto, muore. Io non ci vedo niente di eccezionale, il 13 viene una volta ogni 30 giorni, c’è circa l’8% delle possibilità che un avvenimento avvenga il 13 di ogni mese, una percentuale piuttosto alta, soprattutto quando c’è la mano dell’uomo a pilotare gli eventi (vedi ancora l’attentato).

Visto che oggi non è un giorno come un’altro continuiamo a parlare di coincidenze. L’Italia va in finale ogni 12 anni (Messico 70, Spagna 82, USA 94, Germania 06) e fin’ora nelle finali dispari è sempre stata battuta, vincendo quella pari. Nel 1982 prima di andare ai mondiali gli azzurri fecero una partita amichevole contro la Svizzera pareggiandola. Abbiamo pareggiato anche prima di questo mondiale 0-0 con la Svizzera in amichevole. Zaccardo come Collovati: entrambi segnano un’autogol alla seconda partita del mondiale. Dai quarti nel 1982 andarono avanti solo squadre europee, come oggi, 3 delle quali sono le stesse di oggi. La quarta allore era la Polonia, oggi il Portogallo, entrambe iniziano per po. Polonia che nel 1982 incontrammo in semifinale e a quel tempo sul trono di Roma c’era Karol Wojtyla. Sappiamo tutti chi abbiamo battuto martedì in semifinale e casualmente sul trono di Roma c’è il pastore tedesco. Il giorno della finale del 1982 a Torino suonavano i Rolling Stones e Jagger fece una previsione: 3-1 per l’Italia. Stasera a Milano c’è il concerto di apertura della trance europea del tour di A Bigger Bang. Jagger ha profetizzato 1-0 per gli azzurri.

JAGGER SANTO SUBITO!

08
lug

Coincidenze della Madonna (parte 1)

Ieri ho visto su Rai3 la puntata di Enigma dedicata al "mistero" di Fatima e mi sono domandato, ma una persona sana e vaccinata come possa credere a queste cose?

Allora ricapitoliamo, 3 bambini dicono di vedere una signora che gli dice di tornare il 13 di ogni mese per 5 volte perchè deve dirgli alcune cose di fondamentale importanza sull’umanità (andare in  tv o in tour con la sua ominma no? Ahahaha Madonna+Madonna live in Europe). Questi 3 bambini sono 3 pastorelli ignoranti, che non sanno leggere e scrivere, infarciti di credulità e religiosità popolare. Le apparizioni avvengono puntualmente, ovviamente possono vederle solo loro (e nemmeno tutti e 3 allo stesso modo). Tranne una, i ragazzini vengono trattenuti dalla polizia il 13 ma evidentemente la signora non aveva niente da fare, non  si offende per il ritardo e il 15 appare.

Durante l’ultima apparizione si verifica il famoso miracolo del sole. Immaginate 70.000 contadinotti bifolchi che stanno pensado di star assistendo a un’apparizione mariana. Se gli dici c’è un asino che vola sicuramente vedranno qualcosa, un uccello o una nuvola, che scambieranno per un asino.
Immaginate qualcuno che dice: "Guardate il sole, si muove". Guarderanno tutti il sole e sappiamo tutti che guardare il sole ad occhio nudo non fa per niente bene. Provoca danni, anche se momentanei, alla retina, sulla quale rimane impressa l’immagine del sole, anche distogliendo lo sguardo si vede un po’ di tutto. E questo senza scomodare altri fenomeni perfettamente naturali come i fulmini globulari.

E veniamo alle profezie. 2 dei 3 pastorelli effettivamente muoiono lì a breve. Il vecchio canuto barbuto però fa le cose in grande e per ucciderli stermina qualche altro migliaio di altre persone con un contagio di spagnola, insomma, niente di eccezionale, cose che capitano nel Portogallo di inizio secolo.

Lucia nel frattempo si fa "internare" in convento, dove si accultura, e dove non può avere contatti con nessuno tranne che con il vicario del Vaticano e pochissimi altri. Anni dopo, ci voleva tempo per inventare, ops, elaborare cosa scrivere, mette nero su bianco i famosi tre segreti.

La prima parte, la profezia è unica, è uno scenario apocalittico: bestie infernali, demoni, cose del genere, niente di molto profetico o nuovo, cose scopiazzate dall’Apocalisse (un libro molto divertente tra l’altro).

II secondo è la famosa profezia della seconda guerra mondiale. Mari di fuoco, morte e distruzione. Ma dico io, sono millenni che ci facciamo la guerra, c’era bisogno che ce lo venisse a dire lei che ne sarebbe scoppiata un’altra? Insomma, uno scenario tranquillamente assimilabile a qualsiasi guerra, e nel mondo ne scoppiano tante ogni anno, lo stesso Portogallo allora era in guerra.

E veniamo al terzo. L’omonina di Monica Ciccone disse a Lucia di non  rivelarlo prima del 1960, e così fu effettivamente fatto. La versione che gira, del vescovo bianco, è una semplificazione di uno scenario metaforico che Lucia raccontò di aver visto. Lei vide un uomo vestito di bianco, che lei inquadrò come il Papa, che saliva una collina sulla cima della quale c’era una croce (cose sentite decine di volte in Chiesa insomma). Attorno all’uomo decine di anime in pena, una volta arrivato sotto la croce alcuni soldati lo uccidono. Insomma io proprio l’attentato di Piazza San Pietro non ce lo vedo se non con una serie di forzature. Inoltre la Madonna avrebbe detto che ci sarebbe stato un periodo di pace se fosse stata a lei consacrata la Russia, alla presenza dei vescovi.

Giovanni Paolo II ci ha provato più volte ad effettuare questa cerimonia mistica, senza mai ovviamente pronunciare la parola Russia per non far ingerenza (toh, qualche volta se ne preoccupano anche). L’ultima volta, in uno degli anniversari di Fatima, alla presenza dei vescovi, ma senza pronunciare esplicitamente la Russia, Suor Lucia acconsentì e affermò che la profezia si era compiuta. Questo a fine del secolo scorso. Da quando è successo questo ne abbiamo viste di cotte e di crude, non sto quì a dirvi cosa è successo dopo l’11 settembre.

Come se non bastasse non è l’unico terzo segreto. Durante la guerra fredda ne trapelò un altro che invece era ben più apocalittico del signore che viene ucciso sotto la croce. E questo comprendeva anche un presunto scisma all’interno del Vaticano stesso, con il diavolo che si sarebbe insinuato all’interno delle alte sfere vescovili. Questa versione non è mai stata confermata ma nemmeno smentita, è un caso che era anche il periodo del Concilio Vaticano e di profonde spaccature interne?

Qualche anno fa insomma il Vaticano ha sciolto il segreto puntando sulla visione dell’uomo vestito di bianco. A dare la notizia fu Ratzinger, allora capo della Congregazione per la Dottrina e la Fede (il Santo Uffizio, che aveva cambiato nome dopo la nomea che si era preso durante il periodo dell’Inquisizione) che però si limitò a dare la semplice storiellina, senza darne un’interpretazione, lasciando insomma al federe di capire quello che voleva.

Comodo no?