06
nov

MTV european music awards

Oggi andando un po’ contro me stesso ho visto la replica della suddetta manifestazione, spinto anche da quello che avevo letto in giro, un Ali-G vestito da Freddie Mercury. Devo dire di essermi fatto una piccola cultura sui gruppi in voga del momento rimanendo alcune volte esterefatto (non dalla bellezza dei pezzi s’intende). E’ il caso delle Pussiycat Dolls, che ho scoperto autrici del pezzo tormentone del momento, Don’t Cha, come se in Italia ci fosse una canzone che si chiami "N vorresti ke". Premetto che non le avevo mai viste, quelle volte che ho beccato il video ho sempre girato al volo.
Queste 6 ragazzine, per carità belle figliole, incarnano tutto quello che le ragazzette feshiòn vorrebbero essere oggi, i loro desideri repressi di fama, bellezza e sopratutto ammirazione maschile. Tutto molto triste.
Buona l’esibizione dei Foo Fighters, anche i Green Day mi hanno fatto una buona impressione con la canzone più nel loro stile dell’album, On Holyday. Mi ha fatto sorridere il fatto che  i System Of A Down, band notoriamente niu metal, siano stati premiati come miglior band alternative. Apre il tutto una Madonna che aveva dimenticato a casa i pantaloni, i 47 anni nonostante i ritocchini si cominciano a vedersi, e pensare che è nata lo stesso giorno di mia madre…brrr. Bravo Robbie Williams, canzone carina (il bambino nel video mi fa morire), uno dei pochi artisti pop che stimo, chi altro avrebbe il coraggio di buttarsi ad angelo sulla folla in delirio?
E tornando ad Ali-G nella parte del giornalista del Kazakistan entra in scena con una tutina gialla dicendo: "No, non sono Freddie Mercury, lui è morto di AIDS, io non ho mai avuto una malattia virale, e non sono fiulì friulà" (più o meno questo ha detto).