29
mag

Watergames

Continuando la serie dei post riguardanti i grandi dilemmi irrisolti dell’umanità, dopo l’uovo che ha preso il sopravvento sulla gallina, facciamo luce su un altro grave problema.

Siete mai entrati in un bagno maschile? Beh, se siete uomini credo proprio di si, se siete donne dovete  scrivere il motivo e poi lasciarmi il vostro numero di telefono.

Insomma, se siete tra le categorie sopracitate, converrete con me che il maschio è particolarmente estroso quanto poco preciso  nel momento in cui si trova con lo strumento in mano per espletare un bisogno fisiologico. Pozzanghere, schizzi ovunque, ghirigori e gocciolanti deflussi di liquidi (spero non stiate leggendo ad ora di pranzo).

I giapponesi sono sempre degni d’ammirazione quando tentano di risolvere un problema. Questi nuovi cessi tecnologici sono dotati di uno schermo sensibile alle pressioni tramite il quale si può controllare un videogioco per rallegrarvi nel momento privato. Questo è anche altamente conveniente perchè incentivando la precisione del tiro si tagliano i costi di pulizia e l’igiene aumenta esponenzialmente, nonchè il tipico maleodorante olezzo.

Non vedo l’ora di provarlo, magari si può organizzare una bella fraggata in lan tra i vari urinatoi a Quake 4!