06
dic

Quì c’è di mezzo la droga

Image(070)Andavo oggi verso alcuni uffici della mia università per un’intervista con un professore quando sulla circunvallazione ho visto questi due simpaticissimi cartelli che non mi sono potuto esimere dal fotografare.
II responsabile di questa cattivissima informazione è il comune di Milano che non solo equipara droghe leggere a droghe pesanti ma va dritto sulla strada secondo la quale un consumatore di cannabis prima o poi diventerà un’eroionomane.
Image(068) Ovviamente non ci si poteva aspettare altro da un sindaco che è stato ministro per il governo Berlusconi, lo stesso che ha emesso quell’infame legge che risponde al nome di Fini-Giovanardi.
Se andiamo avanti con questa cultura col cazzo che divantiamo una nazione civile.
A pensarci mi sento quasi uno sfigato, dopo tanto tempo ancora non mi è sfiorata nemmeno per l’anticamera del cervello di darmi all’eroina, chissà come mai. I misteri della psiche umana.

27
ott

La Moratti dà forfait

Il Ministro Letizia Moratti sarebbe dovuto intervenire all’inaugurazione dell’anno accademio della Bocconi, la mia università, domani in Aula Magna insieme al rettore Provasoli e al direttore Mario Monti. In questo comunicato stampa datato a oggi si può leggere come degli impegni istituzionali, mai così provvidenziali, le hanno impedito di partecipare alla cerimonia.
Che la Moratti abbia paura di ulteriori contestazioni? Beh si vede che ha la coscienza sporca.