04
giu

Gli uomini preferiscono le more (almeno io)

Sono due i miei modelli di bellezza femminile che inseguo.

La prima è Monica Bellucci: la donna più bella del mondo. Stupenda, intelligente, fine, cosa c’è da chiedere di più? Rappresenta la versione post-moderna della donna angelicata di Dante e Petrarca, mandata dal cielo per riempire le vite e i cuori degli uomini della terra.
Per quanto angelicata, per quanto rappresenti tutto quello di buono e di immacolato che si può trovare in  una donna, i miei occhi l’ardiscon di guardare eccome.

Peccato solo che è sposata con quel mangiarospi di Vincenzo Casseruola (Vincent Cassel) e sia anche madre di una bimba.
Beh, io non sono geloso e non ho problemi a prendermi cura di una bambina che non sia mia quindi Monica, se mi leggi puoi iniziare a preparare le pubblicazioni.

Lei invece è un po’ meno conosciuta in Italia se non a qualche intenditore di vecchia data. Se Monica è l’amore virgineo Bettie Page è sesso, droga e rockNroll. Dopo Mariylin (Monroe, non Manson) è stata la pin-up di PlayBoy più famosa in USA e la più apprezzata in assoluto da Hugh Hefner, e lui si che se ne intende. Lei è l’icona del sesso trasgressivo, selvaggio, feticista e sadomaso. Corpo sinuoso, seno perfetto e quell’aria da innocente ragazzina che attira gli uomini come una calamita.
La questione è piuttosto complicata rispetto a quella di Monica. Oggi Bettie, oltre ad essersi ritirata a vita privata, ha la veneranda età di 83 anni e non credo proprio sia quel fiorellino di ragazza che era negli anni 50.

Chi diceva che gli uomini preferiscono le bionde? Ah già, era bionda anche lei.

23
dic

La matematica è il linguaggio di Dio

girls evil