15
set

Violenza informatica

Sgarbi che butta a terra un macbook ieri a la pupa e il secchione. Potevano darlo a me invece che fargli fare quella brutta fine.


09
set

All’unanimità: quanto fan schifo?

Non ci speravo ma oramai credo di aver azzeccato le prime 2 posizioni della "10 of the best guitar heroes" (vedi post precedente). Non pensavo mettessero David Gilmour addirittura al secondo posto (meritatissimo per carità ma non me lo sarei aspettato da mtv)(ahahaha com’era bello con il capello lungo anni 80 in Learning To Fly). Eh va beh, il primo è sua maestà Hendrix (sempre sia lodato) .

Dicevamo, volevo scrivere 2 parole su Pupe e Secchioni, ero partito con questa intenzione nel precedente post ma mi sono allungato troppo. Per chi non lo sapesse è il nuovo reality di Italia 1 in cui tentano di far accoppiare (Crosstown Traffic è la prima in classifica, l’esperienza inizia) dei secchioni, ma davvero dei gran geni, con altrettanti pezzi di figliuole, delle stangone di un metro e 75 e con due occhi che non vi sto a raccontare. Il problema ovviamente è quando aprono bocca e dimostrano tutto il pozzo di ignoranza e snobbismo che sono effettivamente. Le donne devono ovviamente superare delle prove di cultura (interpretazioni personali di A Silvia e del primo canto della Divina Commedia che rimarranno nella storia) mentre la prova che  ho visto io per i secchioni era una prova di coraggio (farsi sparare a 250 all’ora da una gru per afferrare una sottana…). Lo scopo finale del gioco, se così lo vogliamo chiamare, è di migliorarsi a vicenda: le pupe imparano nozioni e i secchioni imparano a vivere, chiusi nella solita casa.

Ho beccato la puntata inaugurale del programma condotto dall Panicucci e da Papi dopo aver visto le mie quotidiane puntate di Twin Peaks quindi verso le 11 circa, quando la fascia proTetta è solo un ricordo. Il momento era quello del confronto tra le coppie e la giuria, formata da gente del calibro di Platinette, Alessandra Mussolini, Sgarbi e un’altra tipa che non ho mai visto…M qualcosa…. ah si, Monsè. Boh. E parte il torpiloquio da reality al quale oramai siamo ahimè abituati. Platinette che comincia ad insultare le ragazze definendole oche ignoranti (giustissimo) che starebbero con un uomo solo con i soldi, al che una bionda dice: "Perchè tu tra un uomo ricco e uno povero sceglieresti il povero?". Siamo messi proprio bene. La discussione termina quando una delle ragazze esce dallo studio in lacrime (secondo me scena preparatissima) e dietro le quinte la Panicucci le comincia a dire "Caccia i coglioni, fai vedere chi sei" (testuali parole). Sgarbi, grandissimo, comincia a inveire contro la trasmissione: "Questa è una trasmissione fatta male, è una cazzata, e quelle sono delle capre. Come possono migliorare dei ragazzi che con la loro testa sono già perfetti così?". E la Panicucci: "Tranne 2 tutti gli altri ragazzi non hanno mai avuto rapporti  un po’ più approfonditi con delle ragazze…" e Sgarbi: "In pratica li avete fatti venire quì per scopare?" (sempre testuali parole). La puntata si conclude con un’altra prova di "cultura" con Papi che fa le domande mentre le ragazze devono rispondere semi nude attaccate a quelle macchine per rassodare le chiappe. Il massimo del vouyerismo da tarda sera, il regista ovviamente indugiava su riprese da dietro ravvicinate.

E poi c’è Unanymous, il nuovo prodotto di Maria De Filippi. Se con Geeks and Chicks la risata ci scappa di fronte a cotanta ignoranza, quest’altro reality è ottimo prima di andare a dormire per prendere sonno, infatti sta facendo pessimi ascolti. In breve: c’è un gruppo di persone chiuse in una casa che devono scegliere all’unanimità a chi tra loro dare il montepremi che scende di 25 cents ogni secondo. Se l’idea di fondo può essere interessante, il format la rende soporifera perchè si tratta di vedere alternarsi momenti in cui questi si prendono a parolacce e si accusano a vicenda e momenti in cui votano, e dopo le ultime tornate elettorali credo che sia l’ultima cosa che gli italiani vogliono vedere. E poi anche quì non potevano prendere gente normale, hanno preso un paio di napoletani veraci, qualche romanaccio e così via, tutta gente che probabilmente ha davvero bisogno di quei soldi e per questo farebbe di tutto per averli. Insomma, un altro programma che sfrutta le disgrazie della gente per fare audience.

05
ott

Reality fever

Prendete quest’uomo

mettetelo in una classica scuola per inglesi snob

mescolate bene ed ecco che ottenete Rock School, il nuovo reality della tv d’oltremanica. Gene Simmons infatti vestendo i panni di un professore (e chi meglio di lui lo può fare) insegna Rock’N'Roll ai ragazzini appassionati di musica classica. Dite che avete già sentito una cosa del genere? Beh io dico che allora avete visto Shool Of Rock con Joe Black. Le similitudini non si fermano al background infatti anche qui il buon Gene dovrà formare una band e addestrarli al Rock Style con tanto di audizioni e distribuzioni di compilation a tema (che siano pirata?). Ho visto la prima puntata e non mi è dispiaciuta, la sigla poi non poteva che essere We Will Rock You che Gene fa ascoltare ai suoi alunni con queste parole: "You know my favourite rock title is? We may? I don’t think so, we might? i don’t think so. We would like to? No, that’s too proper: WE WILL ROCK YOU!!!".