23
giu

8×1000

Parliamo un po’ dell’8×1000. Come sicuramente saprete si tratta di una frazione dell’IRPEF, appunto l’8 per mille, che viene devoluta a particolari enti che si interessano di questioni sociali o scientifche.

Però quello che pochi sanno è che l’8×1000 viene destinato anche se il contribuente NON ESPRIME alcuna preferenza.



La ripartizione tra le istituzioni beneficiarie avviene in proporzione alle scelte espresse dai contribuenti in sede di dichiarazione annuale dei redditi. In caso di scelte non espresse dai contribuenti, la destinazione si stabilisce proporzionalmente alle scelte espresse e secondo gli accordi sottoscritti con le Confessioni religiose.

Insomma chi non esprime una scelta vede il suo 8×1000 andare verso l’ente verso il quale la maggioranza ha espresso il parere. Visto che il 90% degli italiani lo devolve a favore della chiesa cattolica anche chi non esprime alcuna preferenza finanzia la chiesa cattolica.

E dove vanno a finire questi soldi?

Se da una parte c’è la pubblicità che commuove con tsunami e bambini africani solo l’8% di tutti i fondi va a finire in aiuti al terzo mondo.



- Assegnazioni totali 984 - Interventi nazionali 346 - Edilizia di culto 130 - Culto e pastorale 116 - Beni culturali 70 - Carità 30- Diocesi italiane 240 - Culto e pastorale 155 - Carità 85- Terzo mondo 80- Sacerdoti 315
(in milioni di euro)

Se volete fare davvero del bene ed essere sicuri che i fondi arrivino a destinazione e non per finanziare l’opulenza della chiesa firmate per la chiesa valdese.
24
gen

Copy-Pope

"Sottoposti a copyright tutti gli scritti, i discorsi e le allocuzioni del Papa. Sia di quello regnante che dei predecessori, fino a 50 anni addietro". Questa la notizia circolata qualche giorno fa dal sito della gazzetta del mezzogiorno quindi niente più angelus domenticali, niente dichiarazioni di Ratzinger virgolettate, non si vedranno più le parole di Giovanni Paolo II a meno di pagare una decima alla Santa Sede.
Senza parole, è uno schifo. Già mi immagino le dichiarazioni al fulmicotone di Natzinger pagate a peso d’oro dai giornali o i dvd con le dichiarazioni segrete di Papa Woytila da allegare all’Osservatore Romano.

Pensate se Gesù avesse fatto pagare le sue parabole, in effetti la predicazione degli apostoli potrebbe essere stata trasformata proficuamente in un meccanismo multi-livello. Gesù faceva pagare una moneta d’oro per i diritti su ogni  discorsi e sono già 12 monete d’oro con l’opzione di una moneta d’argento per ogni nuovo amico che avrebbe portato nella religiorne cristiana. Ogni apostolo avrebbe potuto far pagare 5 monete d’argento come royalty ad ogni nuovo socio. Passando ai freddi numeri, contando che ogni apostolo poteva parlare a 30 persone, sono per Gesù 12 monete d’oro e 360 monete d’argento, ogni apostolo poi ha 120 monete d’argento rientrando nell’investimento iniziale con la possibilità di moltiplicare gli introiti al seguente livello! Incredibile!