07
ott

Evivva la tv americana

Con l’arrivo dell’autunno inizia la nuova stagione televisiva americana e ricominciano (con mia somma gioia) le serie TV americane (ollè).

E’ iniziata la quarta serie del Dottor Gregorio Casa, orfano del suo team che lo ha lasciato alla fine della terza serie (toh uno spoiler? Temo che in Italia non ci siano ancora arrivata). Nelle prime due puntate House è alla ricerca del nuovo team e alle prese con un caso di donna rimasta sotto le macerie di un palazzo mentre nella seconda puntata, che sforerà nella terza perché non è autoconclusiva, tratta di una pilota che praticamente ha dei trip quando è sull’aereo. La mancanza di Foreman, Cameroon e Chase secondo me mettono a rischio la continuità della serie, non sempre questi stravolgimenti hanno avuto successo nonostante il protagonista carismatico fosse rimasto.

Heroes è ripreso anche lui 2 settimane fa da dove si era fermato qualche mese fa, ossia dopo l’esplosione di Peter Petrelli e con Hiro Nakamura catapultato di qualche secolo indietro (toh un altro spoiler). Verranno sicuramente introdotti nuovi personaggi, un paio sono comparsi già dalla prima puntata, e il cattivone di turno sarà l’entità malefica di cui parla Molly anche nella prima serie e che vede nei suoi sogni, l’unico che non può rintracciare perché altrimenti la va a cercare.

E’ ricominciato Weeds! Per chi non lo conoscesse è una serie, che in Italia è stata trasmessa a orari improponibili lo scorso inverno su Rai2, tra le più geniali degli ultimi tempi. E’ la storia di una donna che, quando diventa vedova, entra nel business dell’erba per mantenere lei e i suoi figli nella piccola comunità medio-borghese americana di Agrestic. La terza serie riprende dal cliffhanger conclusivo della seconda con Nancy nella merda fino al collo, un figlio di 12 anni scappato con una hippy e l’altro in procinto di essere arrestato per vandalismo con un carico di erba nel bagagliaio.

E non potevano mancare i cartoni animati. Non ho mai capito la politica di South Park. Con la nuova stagione non è iniziata una nuova serie bensì continua l’11 serie, che a sua volta è iniziata a metà anno scorso senza intervalli di tempo dalla fine della decima (con la doppia puntata eccezionale sul Nintendo Wii). La nuova puntata non tradisce le aspettative e Cartman finge di avere le sindrome di Tourette…(piss off my ass!). Ma quella davvero imperdibile, soprattutto per gli estimatori della serie, è la doppia puntata della settima serie di Family Guy, alias i Griffin. 42 minuti di risate in cui riprendono tutto episodio IV di Star Wars con Stewie nella parte di Darth Water, Peter è Ian Solo, Chris Luke Skywalker, Lois la principessa Leila, Brian Chewbecca (!!!), e Quagmire e Cleveland rispettivamente C3PO e R2D2. Mensione d’onore per il vecchio pedofilo nella parte di Obi Wan Kenobi. Infine l’inevitabile ritorno dei Simpson con la diciannovesima stagione, in perenne accanimento terapeutico nonostante fosse stata annunciata la definitiva eutanasia della serie con il film. Quando le idee finiscono non sempre si sa quando terminare. Niente di imperdibile.

Vi lascio con l’intro della diciannovesima serie per il post film…(“mmh my summer love…”)

[youtube 35DgRP58wnc intro]

07
nov

L’ultima puntata di rockpolitik

Giovedì andrà in onda l’ultima puntata dello show di Celentano e si fanno già i nomi degli ospiti musicali. Il buon Adriano sembra davvero avere ottimi gusti infatti interverranno Carlos Santana e gli Eurythmics. Questi ultimi non so con che formazione, non ricordo di aver visto di recente cantare Annie Lennox e soci insieme. Inoltre è stata invitata Sabrina Guzzanti, già in programma per la scorsa puntata ma non riuscì a preparare in tempo l’intervento.