08
set

Buon vaffanculo day

  1. NO AI PARLAMENTARI CONDANNATI
    No ai 25 parlamentari condannati in Parlamento – Nessun cittadino italiano può candidarsi in Parlamento se condannato in via definitiva, o in primo e secondo grado in attesa di giudizio finale
  2. DUE LEGISLATURE
    No ai parlamentari di professione da venti e trent’anni in Parlamento – Nessun cittadino italiano può essere eletto in Parlamento per più di due legislature. La regola è valida retroattivamente
  3. ELEZIONE DIRETTA
    No ai parlamentari scelti dai segretari di partito – I candidati al Parlamento devono essere votati dai cittadini con la preferenza diretta

Tre semplici ma importanti punti. Oggi in centinaia di piazza in Italia si firma per il V-Day, il così detto vaffa-day o il Grillo-Day. Non mi soffermerò più di tanto sui contenuti di questa proposta di legge su iniziativa popolare che poi, se si raggiungono le 500.000 firme diventerà referendum, quanto su due lati dell’Italia che sono emersi da questo giorno che non ha precedenti in Italia.

Innanzitutto è la prima inziativa che nasce su internet e che riscuote tanto successo, nonostante sia praticamente non coperta da i media tradizionali. Stamattina ero in Piazza San Babila e c’erano molte decine di persone, credo tranquillamente un centinaio, che aspettavano composti in fila per 30 o 40 minuti che arrivasse il loro turno. Cose che in Italia non sono di certo all’ordine del giorno. Il primo aspetto è proprio questo: in Italia c’è tanta gente con una coscienza sociale, abbastanza che non te lo aspetti.

Secondo aspetto: il resto dell’Italia. Tranne pochi servizi su tg e giornali la cose è passata sotto silenzio sui media tradizionali. Sui siti di Corriere e Repubblcia ci sono solo trafiletti semi nascosti. Io non so alle primarie dell’Unione come è stata la partecipazione ma contando che questo non è un movimento strutturato come può essere un partito io sono rimasto stupito di vedere tutta quella gente in Piazza San Babila.

Tutto quello che serve per informarvi su questa giornata lo trovate qui.

E queste sono le foto scattate in piazza San Babila.