08
lug

Nuovo template

Beh che ne dite? Vi piace? Vi fa schifo? A me piace. Ed è persino quasi completo! Mancano ancora:

  • L’icona del feed rss nell’header
  • Un footer decente
  • Qualche ritocchino alla sidebar

Ci ho lavorato per un 2 o 3 settimane circa, partendo da uno scrach su Photoshop, al quale è poi seguito un lavoro di adattamento il più compatibile possibile con gli standard CSS. Lo stile infatti dovrebbe essere valido, eccezion fatta per un tag, opacity, che non esiste nella versione 2.x e che invece fa parte del CSS3. Dovrebbe essere riconosciuto correttamente da FF3 ma non da IE7.

Gli standard sono stati un bel problema. Ovviamente il vero cancro rimane IE6 che non riconosce il canale alpha delle PNG nè una discreta moltitudine di tag, nonostante siano stati tutti azzerati grazie al Blueprint.

BlueprinCSS è stato una vera manna dal cielo. Si tratta di un foglio di stile che fa da framework per la struttura del sito. Davvero molto utile, in pochi minuti e pochi tag permette di costruire una struttura solida e coerente, a patto di non avere esigenze particolari, già un design fluido sarebbe un problema. Tutte le altre risorse (font, pennelli e grafica) è stato preso quasi tutto da Deviantart (se qualche autore vuole essere riconosciuto il frutto del proprio lavoro mi twitti all’istante).

Tornando al nuovo template, è praticamente come lo desideravo, credo di essere riuscito a fare quasi tutto quello che volevo. I twitts in primo piano, adsense ben inserito nella struttura ed effettini speciali per i commenti, che inseguivo da un bel po’ (powered by Script.acul.os). Con un pizzico di fedeltà ai trend attuali del web design che vedono lo stile grunge a spopolare. Manca solo una texture di sfondo legnosa.

“Purtroppo” i problemi di compatibilità non sono stati totalmente risolti quindi chi usa IE6 vedrà alcuni elementi sballati e immagini con un orrendo sfondo grigio. Sincerely, I don’t give a Fuck :D.

05
mar

Spim Spum SPAM

Il problema dello spamming è veramente massiccio. Leggevo oggi che circa il 90% delle mail che viaggiano in rete siano indesiderate e non richieste, una cifra che si aggira sui 61 miliardi di mail solo in Europa. A giudicare dalle statistiche degli accessi in questi giorni deve essere stata anche lanciata una pesante offensiva.

Io non pensavo che lo spam fosse così comune sui blog Wordpress. Negli ultimi giorni il mio plugin anti-spam ha raccolto qualcosa come 70 commenti che, per fortuna, voi non vedrete mai. Qualche mese fa il Dok di RockcastItalia si lamentava dello stesso problema ma io pensai “Va beh dai, chi se lo deve cagare il mio blog 300 millesimo nella classifica di technorati, alla lui è 97 millesimo (ma si dice così?) non sprecheranno banda per me”. E invece no, anche sul mio blog spammano di brutto, ma brutto brutto.

Se ne primi tempi lo spam non sarà il vostro primo problema, gestibile anche solo con il tasto Mark as Spam di Wordpress, con il tempo cresce esponenzialmente. Per fortuna che c’è Spam Karma 2. Se avete un blog mosso da Wordpress deve essere una delle prime cose da installare. Fin’ora non ha mai perso un colpo, anzi uno sì perché tempo fa mi segnò come spam un commento normale. Ma considerando l’ammontare di commenti che blocca efficacemente è una piccola inezia.

Per quanto riguarda il mail spamming il problema l’ho eliminato con il sempre ottimo Gmail. Il suo filtro non mi avrà fatto passare alla casella Incoming non più di 3 o 4 mail in tutto questo tempo.