26
mar

South Park Studios

Come se non bastasse il maltempo fuori, sono rimasto piantonato nel letto anche a Pasquetta grazie a un simpatico vairus che si è manifestato la sera di Pasqua (che giorno nefasto) e che per una notte mi ha fatto espellere liquidi da tre buchi del mio corpo in contemporanea.

Come passare il tempo allora? In tv non c’è niente, fatta eccezione per il mitico canale locale salernitano che trasmette oramai totalmente senza controllo e illegalmente 2 divx al giorno. Ieri ad esempio nel pomeriggio c’era Alla Ricerca di Nemo mentre verso l’1 di notte è partito The Paycheck. Un paio di sere fa invece ho beccato il finale di The Doors di Oliver Stone, palesemente scaricato poiché sulle ultime scene il colore sballa completamente.

Totalmente legale invece è South Park Studios. Lanciato nei giorni scorsi, contiene tutte le puntate delle 11 stagioni trasmesse in USA da Comedy Central, nonché le prime 2 puntate della dodicesima stagione appena iniziata. Ora praticamente guardo solo quello.

Quello che mi ha stupito non è tanto l’iniziativa, per fare un esempio l’ABC oramai da tempo ha reso disponibile i suoi shows in streaming sul sito, quanto il fatto che in Italia sia possibile usufruirne (cosa che per l’ABC non avviene a causa, immagino, di problemi contrattuali). La cosa buffa è che invece in Canada non si può vedere, ma come insegna South Park il Canada fa schifo.

E ora andatevi a fare un cultura e dimenticate l’orribile doppiaggio di MTV!

20
giu

Sting o non Sting?

Settimana di concerti aggratisse a Milano.

Domani pomeriggio sarò alla FNAC di Via Torino, la famosa catena di audio-visivi, per un piccolo live acustico dei Baustelle, speriamo ci esca qualcosa di buono, devo riprendermi dalla mezza delusione del concerto del primo maggio dove mi avevano un po’ deluso per la performance.

Piccolo giallo per quanto riguarda il Cornetto Free Music Festival che si dovrebbe tenere venerdì in Piazza Duomo e tra i quali ospiti svetta il signor Sting, l’unico degno di essere ascoltato.
Il problema sta nel fatto che tempo fa lessi quest’ANSA dove si dice che la presenza di Sting era stata annullata per i mancati accordi con il Comune. Domenica sera invece sono passato per Piazza Duomo e il palco era bello che montato al suo posto, mi sembra strano che la Algida e il Comune non abbiano preso accordi solo per Sting. Sul sito non ce n’è notizia e il dubbio mi rimane, non vorrei dover stare due ore in piedi in mezzo alla folla inutilmente, magari tra ragazzine starnazzanti.

Se qualcuno ne sa più di me parli ora o lo faccio tacere per sempre.

08
giu

Skype gift day

Proprio ieri parlavo degli ultimi trend tecnologici e in particolare di Skype.

Per chi come me ne fa uso oggi Skype regala 10  minuti di credito gratis per chiamare numeri fissi, telefonini, mandare sms ecc.

Ovviamente le chiamate verso gli altri utenti Skype rimangono completamente gratis.

Link!

Chi non sa di che parlo, Skype è un programma di VoIP, ossia di telefonia su internet, oltre ad essere un ottimo programma di messaggistica istantanea. E’ possibile fare video-chiamate anche con più utenti gratuitamente se anche loro sono utenti Skype con una qualità e una affidabilità di gran lunga superiore a quella di MSN messenger. E’ però possibile anche chiamare tutto il mondo su fissi e mobili a tariffe bassissime. Per l’Italia ad esempio il costo è di 1,7 cents al minuto sui fissi, gli sms 0.117€. La vera convenienza è chiamare all’estero: anche chiamate intercontinentali costeranno pochi centesimi di euro.

E poi non ho ragione a lamentarmi quando tutti usano msn…

12
mag

Podcasting anno 0,5

Oramai da qualche mese ascolto con regolarità alcuni podcast italiani. La moda, lanciata negli USA un paio di anni fa, sta piano piano prendendo piede anche  in Italia. La situazione è decisamente migliorata nel corso degli ultimi 6 mesi circa, sia per quanto riguarda quelli amatoriali che quelli professionali.

Il vero podcasting rimane quello fatto da appassionati, con mezzi spesso limitati, che riscuotono però un certo successo perchè, grazie ad un mezzo democratico come internet, possono toccare gli argomenti più di nicchia e riscuotere molto successo tra gli appassionati. Dove ovviamente il molto successo è una "ristretta" cerchia che nel migliore di casi arriva a qualche centinaio di persone, ma è una gran soddisfazione sapere che ci sono queste persone interessate a quello che dici e che ogni giorno/settimana/mese scaricano la tua puntata. Senza internet al contrario saresti rimasto nel tuo anonimato, senza la possibilità di farti ascoltare e confrontarti.

Questi sono i principali podcast che ascolto:

RockcastItalia: oramai ascolto il buon Dok da quando le puntate erano ad una sola cifra, ora ha sfondato il tetto delle 50 con la sua rassegna settimanale o più che settimanale, a seconda del tempo, di brani podsafe rock’n'roll.
Notizie Digitali: anche questo uno dei primi podcast che ho ascoltato. Notizie digitali è una rassegna quasi settimanale di notizie realmente importanti dal mondo dei computer e di internet (oramai l’introduzione la so a memoria). Purtroppo negli ultimi tempi è stata molto più quasi che settimanale ma Valerio fa sempre un buon lavoro.
Camelo Cronicast: podcast che ascolto da meno tempo ma molto interessante circa fenomeni paranormali, ufo ecc. Niente sensazionalismi ma un rigoroso metodo scientifico che viene applicato a tutti gli episodi presi in considerazione.
History Cast: questa è davvero la perla del podcasting italiano. Piuttosto recente, arrivato alla quarta puntato, viene realizzato da due docenti di storia dell’università di Pisa. Assolutamente  da non perdere la prima puntata sui Protocolli dei Savi di Sion (il documento falso su cui basa una parte della storia il Codice Da Vinci) e la quarta sulle origini storiche dei Vangeli, apocrifi o canonici (tutti abbondantemente postumi di qualche decennio o secolo della presunta nascita e morte di Gesù).

Se volete scoprire nuovi podcast, questi sono i 4 che reputo migliori ma ce ne sono molte decine, professionali e non, consiglio di puntare i browser sulla directory messa su da Valerio di Notizie Digitali a questo indirizzo.

04
mag

It’s bliss

Sfondo fatto da me realizzato con una foto scattata un paio di giorni fa a Parco Sempione. Come al solito siete liberi di prenderla, farne quello che volete a patto di indicarne la fonte!
Basta cliccare sulla risoluzione del vostro schermo e con il tasto destro selezionare "imposta come sfondo del dektop".

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Free Image Hosting at www.ImageShack.us
PREVIOUS